Venerdi, 24 maggio 2019 ore 03:29  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

L'INTERVENTO: 'Quei ministri che umiliano i professori del Sud'

Lettera aperta di Salvatore De Biase, già presidente del Consiglio comunale di Lamezia Terme, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella 

L-INTERVENTO-Quei-ministri-che-umiliano-i-professori-del-Sud
Martedì 12 Febbraio 2019 - 14:0

Signor Presidente Mattarella, nella certezza di trovare conforto e sostegno, mi rivolgo a Lei, figura dai grandi valori, di grandi ideali, equilibrato, dai vissuti dolorosi, rappresentante massimo di un Sud, da sempre senza voce, bistrattato, umiliato, offeso, ritenuto sempre e comunque mafioso, ndranghitista, ed oggi addirittura anche destinatario di una offesa gratuita e grave come quella del Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti….dove, con un verbo fazioso afferma ed invitava “le scuole del Sud ad impegnarsi di più per recuperare il gap con quelle del nord, chiedendo “impegno, lavoro e sacrificio”. A noi ?? Basta, Sig. Presidente, l’intero Sud, non può essere solo il male del Paese, addirittura un Ministro della Repubblica, dovrebbe avere maggiore equilibrio, pudore e senno, e prima di parlare dovrebbe misurare ogni sua azione, in quanto rappresentate del Paese e non del solo nord, Padano e indipendentista non tanto mascherato. La Calabria, per esempio, non può essere trattata con sufficienza, chiamata offensivamente e storicamente, sempre dalle “Legioni del nord"  "bassa Italia”, con i meridionali, ladri e terroni. Costoro, soprattutto, dimenticano, che questa martoriata terra, dopo 150, di Italia disunità, così voluta, è stata pronta a dare la sua migliore gioventù al nord, i migliori professionisti medici e Dirigenti di ogni settore, nelle forze dell’ordine, nella Magistratura, Esercito, Agenti di Custodia, Insegnanti, Rappresentanti nei dati sensibili del Paese, con sacrifici e onore. Ecco perché a Lei destino la presente, faccia tacere, Sig, Presidente, coloro che dimenticano Gli scandali di Expo 2015, dove in tanti furono arrestati per aver chiesto tangenti in cambio di appalti. Insomma miliardi di tangenti; Nell’inchiesta Mose, 560mila euro di finanziamento illeciti. Tangentopoli. Con l'inchiesta di Mani pulite e la crisi della Prima Repubblica. Tangenti infinite. Lo Scandalo del metanolo dimenticato?? : tra la Lombardia, la Liguria e il Piemonte, morirono avvelenate dal metanolo, uomini e donne . Ma questi non sono morti come quelli del mezzogiorno ?? Tutti avevano bevuto vino prodotto dopo la vendemmia di quelle aree e in tanti rimasero invali e ciechi. Unipol: Imprenditori di Ancona rovinati e una cinquantina di milioni di euro andati in fumo a causa dei derivati. E lo scandalo del Monte dei Paschi di Siena?? Diversi reati, tra i quali la manipolazione dei mercati e l'ostacolo alle attività di vigilanza. Le banche indagate sono ovviamente il Monte, oltre all'americana JP Morgan, i cui dirigenti non hanno comunicato alla Banca d'Italia tutti i termini dei contratti serviti all'istituto senese per “abbellire i propri bilanci.” E il Sud che dovrebbe vergognarsi ? Il sud è ladrone ?? Il Sud dovrebbe acculturarsi ?? E come definire la vergogna delle protesi fasulle.!! Una Sanità, con lo scandalo dei prezzi di protesi e ausili. Un settore che costa allo Stato 1,9 miliardi di euro in un anno. Le Asl del nord, dove è avvenuto il misfatto, spendono anche il triplo rispetto al reale valore in commercio. Si svelano gli enormi interessi, le truffe, il mercato nero, e i disservizi sulla pelle dei malati. scandalo lega-: altro che Roma ladrona, flussi di denaro ripuliti sfruttando i grandi canali della finanza e della politica; Quote latte: i soldi destinati come quote latte per il sud vennero fagocitati, grazie a qualche ministro della lega, vennero dirottati al nord; Lo Scandalo Parmalat: che falliva, e con la complicità delle banche, ometteva i bilanci e con la complicità delle stesse, continuava ad emettere azioni e obbligazioni. Ministro Marco Bussetti, chieda scusa al Sud!

Salvatore De Biase, Già Presidente del Consiglio Comunale di  Lamezia Terme 




ULTIMISSIME