Mercoledi, 22 maggio 2019 ore 06:59  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

Sul parco di Savutano soddisfatti dalla visita di Abramo i consiglieri Cutrì e De Biase

Entro fine mese anche la Provincia dovrà approvare il proprio bilancio, con i 900.000 euro previsti dal presidente Abramo ritenuti dallo stesso non sufficienti.

Sul-parco-di-Savutano-soddisfatti-dalla-visita-di-Abramo-i-consiglieri-Cutr-e-De-Biase
Giovedì 14 Marzo 2019 - 11:22

Se il presidente della Provincia di Catanzaro, Sergio Abramo, nel sopralluogo effettuato ha chiaramente fatto intendere che tutto il progetto andrà rivisto, posticipando così ancora più in là nel tempo la fine dei lavori incompiuti in merito al Parco di Savutano, i consiglieri comunali lametini esprimono invece soddisfazione.
Vincenzo Cutrì auspica «che, a breve, vengano comunicati i tempi necessari per il completamento del parco e si proceda rapidamente all’ultimazione dei lavori. Sarebbe, infatti, inammissibile tediare ulteriormente i cittadini con lunghe attese, tenendo conto di ciò che hanno dovuto sopportare in questi anni». Entro fine mese anche la Provincia dovrà approvare il proprio bilancio, con i 900.000 euro previsti dal presidente Abramo ritenuti dallo stesso non sufficienti, cui dovrà seguire una nuova progettazione degli interventi, quantificare l'impegno economico ed affidare la gestione dello spazio verde.
Come Cutrì, anche il presidente del consiglio comunale, Salvatore De Biase, si dice ottimista dopo la visita di Abramo convinto che «darà esempio di buona amministrazione e fornirà quelle risposte tanto auspicate dalla comunità lametina in merito alla conclusione dei lavori del parco. Ricordo, infatti, che il suo predecessore disattese completamente gli impegni presi con la città. Tra questi, in un incontro avvenuto nel mese di ottobre del 2017 con il precedente presidente della Provincia di Catanzaro, ricevetti rassicurazioni sul completamento dei lavori del parco entro il 2018, termine che, peraltro, andava già ben oltre la scadenza prevista di 210 giorni dalla consegna dei lavori, avvenuta il 19 settembre del 2016».

g.g.




ULTIMISSIME