Mercoledi, 22 maggio 2019 ore 06:36  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SANITA' E SALUTE

«I pazienti del Comprensorio continueranno a rivolgersi al nosocomio lametino per urgenze e patologie di primo livello, anche con improbabili galattici futuribili pronto soccorso a 20 minuti d’auto»

Filippo Maria Larussa, segretario regionale Anaao-Assomed, torna sulla legge regionale che ha creato la nuova azienda sanitaria di Catanzaro

I-pazienti-del-Comprensorio-continueranno-a-rivolgersi-al-nosocomio-lametino-per-urgenze-e-patologie-di-primo-livello-anche-con-improbabili-galattici-futuribili-pronto-soccorso-a-20-minuti-dauto
Venerdì 15 Marzo 2019 - 10:25

Filippo Maria Larussa, segretario regionale Anaao-Assomed, torna sulla legge regionale che ha creato la nuova azienda sanitaria di Catanzaro, sottolineando le prese di posizione del commissario ad acta Cotticelli e del Direttore del Dipartimento Tutela della Salute della Regione, Belcastro, che nei propri interventi hanno concentrato l'attenzione sui due presidi ospedalieri del capoluogo di regione palesando le difficoltà di inserimento dell'ospedale di Lamezia Terme all'interno del nuovo organismo sanitario.
Al netto di un probabile ed annunciato ricorso da parte del Governo gialloverde, lo stesso Larussa non cela come si ci muova ancora nell'ambito di un protocollo di intesa non noto ai più, sottolineando che «ad oggi, oltre alla legge, di ufficiale vi e’ solo il DCA 30/16 (gestione Scura), non revocato, ergo vigente, che a regime assegna alla mega Azienda Ospedaliera di Catanzaro, allora dedicata al compianto professore Dulbecco, 76 Strutture Complesse, dalle 94 sommatoria di quelle sulla carta esistenti al Pugliese e al Materdomini. Lamezia tuteli le sue strutture, quelle esistenti e quelle proditoriamente depennate o spoliate di personale fino all’estinzione. Checche’ pensino interessate prefiche, i pazienti del Comprensorio continueranno a rivolgersi al nosocomio lametino per urgenze e patologie di primo livello (le più comuni), anche con improbabili galattici futuribili pronto soccorso a 20 minuti d’auto».
Lo stesso decreto del 2016 prevedeva, per esempio, per neurologia una struttura complessa da 10 posti letto di degenza ordinaria, con autorizzata l'assunzione di 3 neurologi (affiancandosi ai 4 già in servizio) con delibera già approvata dall'Asp di Catanzaro e concorso in fase di pubblicazione.
                                                                              




ULTIMISSIME