Venerdi, 22 marzo 2019 ore 17:09  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
MUSICA E SPETTACOLO

Apriranno da domani le candidature per partecipare al Calabria Fest atteso dal 6 all'8 giugno su Corso Numistrano

Presentato come il festival della nuova musica italiana, in partnership con una delle strutture radiofoniche della Rai, riprende idealmente un discorso interrotto con il Demofest nel 2011.

Apriranno-da-domani-le-candidature-per-partecipare-al-Calabria-Fest-atteso-dal-6-all-8-giugno-su-Corso-Numistrano
Venerdì 15 Marzo 2019 - 19:5

Di GIANLUCA GAMBARDELLA
Presentato come il festival della nuova musica italiana, in partnership con una delle strutture radiofoniche della Rai, approderà dal 6 all'8 giugno su corso Numistrano il “Calabria Fest”, che riprende idealmente un discorso interrotto con il Demofest nel 2011.
Ruggero Pegna, direttore artistico della manifestazione, non nasconde come si arrivi all'evento dopo un periodo di buio in città: «speriamo che il Calabria Fest sia un evento apprezzato in primis da Lamezia Terme, che è stata privata di diversi momenti di aggregazione tra sport e cultura sebbene proprio da questa città siano arrivati diversi progetti finanziati dalla Regione. Credo inoltre che per questioni logistiche poche altre città possano offrire un'area nel centro come Corso Numistrano, che resa isola pedonale già in passato ha dimostrato di poter accogliere in sicurezza un grande pubblico». Lo stesso promoter lametino strizza l'occhio anche a futuri eventi nel nuovo palasport, quando sarà concluso, in via del Progresso, mentre già ieri tecnici dell'organizzazione hanno effettuato i primi sopralluoghi per poter stilare poi i piani di sicurezza che serviranno per poter effettuare tutta la manifestazione nel rispetto delle norme.
L'obiettivo però non è solo locale: «miriamo da Lamezia Terme a promuovere la musica in Calabria, ma non solo, avendo la possibilità di affiancarsi ad un ente nazionale come la Rai. Da domani parte la selezione nazionale, come era stato per il Demofestival, per il premio che sceglierà tramite una valida giuria la migliore nuova proposta».
Fino al 24 aprile gli interessati potranno inviare una mail a radiotuttaitaliana@rai.it e asscult.artmusic@gmail.com allegando una breve scheda di presentazione con indicazione di tutti i componenti (nome, cognome, mail, esperienze lavorative, presentazione e descrizione dei brani scelti per la selezione), due fotografie, link di 2 brani inediti, eventuali link di pagina social o web, recapiti telefonici e mail. «Non tutti riescono ad arrivare a proporsi alle grandi case discografiche, per questo abbiamo scelto di puntare su giovani artisti. Ogni concorrente dovrà inviare il link a 2 propri brani inediti, da cui verranno scelti 20 finalisti dalla nostra giuria di professionisti. Sarà pubblicato per ognuno dei 20 concorrenti uno dei brani, con votazioni online dal 3 al 15 maggio per scegliere gli 8 che arriveranno a Lamezia Terme: 6 e 7 giugno semifinali, 8 giugno finalissima su corso Numistrano», spiega Pegna, annunciando che «ogni sera ci saranno 2 ospiti nazionali, potendo così riportare a Lamezia il grande pubblico, scelti pescando nel target giovane», ma i nomi definitivi saranno annunciati solo la settimana prima dell'evento stesso.
Gian Maurizio Ferraro, capostruttura di Rai Radio Tutta Italiana, valuta l'ipotesi di «misurare il gradimento delle esibizioni online direttamente durante le serate» sottolineando l'importanza del mondo social nell'ambito della manifestazione, ma non tralasciando neanche i limiti di budget («gli ospiti saranno emergenti ma già conosciuti, come ogni prima edizione e progetto nuovo abbiamo dei limiti da dover rispettare») e specificando che «avremmo come guest anche realtà calabresi, perché la missione è quella di far conoscere vari aspetti della musica».
L'auspicio è che «il Calabria Fest si possa affiancare ai festival di qualità che già esistono in giro per l'Italia, perché da circuiti di questo tipo negli anni sono poi emersi artisti come Ermal Meta che faceva parte de La Fame di Camilla, Simone Cristicchi, Povia, Giammaria Testa o Mirko e il cane che son passati anche da Sanremo», anche se si evidenzia come «la macchina organizzativa è già in moto, ma la differenza la faranno gli artisti».
Il sindaco Paolo Mascaro parla di «una crescita di comunità con eventi di questa portata, dimostrando voglia di essere protagonisti», ribadendo che «a qualsiasi costo bisogna non perdere le occasioni che ci vengono offerte, quindi trovare le soluzioni per far tornare nei nostri teatri le stagioni che hanno dovuto traslocare a Catanzaro, ma anche non frapporre ostacoli a progetti nuovi ed ambiziosi come il Calabria Fest». Ottimista si dice anche l'assessore alla cultura, Simone Cicco, perché «Lamezia ha la giusta cultura per godere ed ospitare questi eventi. Come giunta stiamo lavorando alacremente per riuscire a riaprire gli spazi sportivi e culturali, perché anche da questi passa lo sviluppo della città».
A rendere possibile l'evento anche il contributo dell’Assessorato Regionale alla Cultura e al Turismo, essendo il progetto proposto dall’ Associazione Culturale “Art-Music&Co”, rappresentato in conferenza stampa dalla presidente Giusy Leone, nella graduatoria definitiva del bando per la “Valorizzazione di Beni Culturali e il Rafforzamento dell’attuale Offerta Culturale presente in Calabria”, azione 1 tipologia 1 “Eventi Storicizzati annualità 2018”.




ULTIMISSIME