Domenica, 15 settembre 2019 ore 20:03  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SCUOLA E UNIVERSITA'

Inaugurata questa mattina la Biblioteca dei Sogni in via Razionale

Una raccolta di 420 libri per ragazzi per la scuola statale “Monsignor Azio Davoli” in via Razionale avviata per iniziativa dell'AFI

Inaugurata-questa-mattina-la-Biblioteca-dei-Sogni-in-via-Razionale
Lunedì 27 Maggio 2019 - 12:50

Inaugurata questa mattina la Biblioteca dei Sogni, una raccolta di 420 libri per ragazzi per la scuola statale “Monsignor Azio Davoli” in via Razionale avviata per iniziativa dell'AFI (Associazione Forense Italiana) in collaborazione con le librerie cittadine (che hanno applicato una scontistica per chi volesse acquistare dei libri dedicati alla donazione della nuova biblioteca) e cittadini che hanno spontaneamente donato i testi.
A tagliare il nastro, tra i piccoli studenti in festa, che poi si sono catapultati sugli scaffali a prendere più testi possibile, è stato don Michal Siler, che ha evidenziato come «i libri ci aiutano a migliorare la nostra condizione di uomini». A volere la “Biblioteca dei sogni” è stata l’Afi, l’associazione forense italiana, di cui è presidente l’avvocato Giancarlo Nicotera, e l’associazione "Donne e futuro", coordinata da Karin Catanese, che ha sottolineato «l’importanza di avere una biblioteca anche in questa scuola». 
Dalla dirigente scolastica Margherita Primavera, che ha riconosciuto «l’impegno profuso quotidianamente nella nostra scuola dal mondo del volontariato», l’invito ai bambini a «prendere i libri e leggerli. Solo così viene fuori la magia della lettura». Giancarlo Nicotera ha messo in luce come «le favole aiutano i ragazzi a crescere, facilitando, prima d’ogni cosa, la distinzione tra il bene e il male, stimolando altresì la fantasia, la creatività e l’immaginazione. E, specialmente in questa scuola di frontiera, la lettura acquisisce una grande rilevanza». 
Il presidente Afi poi ha donato alla dirigente tre volumi: "Cuore", "Lettera a una professoressa" di don Milani, e "Il sistema preventivo" di don Bosco. Tutti esempi che «portano l’educazione e la crescita culturale in contesti difficili, come amava dire don Milani e come in effetti si fa alla Mons. Azio Davoli». Infine, Angela Morabito, presidente dell’associazione "Change Destiny" ha sottolineato come «ho collaborato alla raccolta dei libri. E ne sono ben felice. Ma aver visto i bambini correre verso i libri, neanche fossero merendine, non ha prezzo. È il segno tangibile della loro curiosità, motore di ogni possibile apprendimento».  




ULTIMISSIME