Lunedi, 21 ottobre 2019 ore 06:56  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
ISTITUZIONE

Autorizzato un lido solo per questa estate alla Marinella, non noti gli esiti delle altre richieste di servizi per la costa

Il progetto dalla Malgrado Tutto per Ginepri e Poiseidon per Marinella fermi alla conferenza dei servizi per il sito internet comunale

Autorizzato-un-lido-solo-per-questa-estate-alla-Marinella-non-noti-gli-esiti-delle-altre-richieste-di-servizi-per-la-costa
Lunedì 17 Giugno 2019 - 19:25

A metà giugno arriva l'autorizzazione dell'apertura del lido a servizio dei residenti alla Marinella, ma con delle prescrizioni da parte dell'Ufficio Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, poi recepite anche dalla Provincia, con cui:

  • si esclude la realizzazione di eventuali opere capaci di modificare in modo permanente il contesto paesaggistico;
  • sia salvaguardata la vegetazione ripariale tipica del litorale costiero, presente sul lotto di terreno in oggetto;
  • al termine della stagione estiva i manufatti autorizzati, dovranno essere rimossi e ripristinato lo status quo;
  • il presente parere, nelle more dell'approvazione dei redigendi Piani d'ambito, è limitato a questa stagione balneare.

La proposta, presentata dal consorzio manutenzione e servizi Marinella a gennaio, aveva visto la presentazione di documentazione aggiuntiva ad aprile, con le prescrizioni ed autorizzazioni arrivate solo settimana scorsa.
Invece nessun aggiornamento giunge in merito alle pratiche ferme allo scorso anno. Al centro di revoche e polemiche già la precedente estate, da via Perugini ad agosto 2018 si era tornati a contestare l'attività portata avanti da Lamezia Verde all'interno della pineta di via Ginepri, appurando che già il precedente 25 luglio era stata emessa una prima ordinanza che aveva come oggetto il divieto della prosecuzione «attività relativo alla Scia per somministrazione e bevande e notifica sanitaria (cod.univ. 4354) ed alla Comunicazione Edilizia Libera Asseverata (Cila)» presentata dalla Associazione Promozione Sociale Lamezia Verde via Pec il 30 maggio.
Veniva così intimata la rimozione dei «2 gazebo amovibili (strutture mobili) un servizio igienico (bagno) in località Ginepri in area demaniale, entro il termine di 15 giorni», ma al controllo effettuato il 3 agosto (quindi 6 giorni prima dell'ultimatum dato) dagli agenti della polizia locale veniva constatato come il chiosco all'interno della pineta continuava ad operare (essendo per altro una delle due uniche attività aperte in zona) condotto dal vicepresidente dell'associazione. Strutture che, per altro, continuano ad essere presenti anche nell'estate 2019 nella stessa pineta. Già un anno prima fa gli stessi lavori erano stati prima effettuati sotto accordo di rimborso spese sottoscritto con il Comune, presentati pubblicamente e poi però al centro di ulteriori problemi burocratici.
Anche nel 2019 stessa spiaggia, stesso mare, stesse problematiche, con attualmente in una fase di "lavori in corso" secondo la sezione apposita del sito internet comunale anche l'iter che se concluso positivamente vedrebbe la nascita del lido gestito dalla cooperativa Malgrado Tutto alla fine della porzione del lungomare di Ginepri, il quale è ancora senza affidatari per i choschi presenti. L'unico altro lotto in fase di iter burocratico avanzato, quello del lungomare “Falcone – Borsellino” con progetto presentato dalla Poseidon, ha visto in conferenza dei servizi asincrona qualche passo in avanti ma con ancora vincoli e divieti da superare avanzati in un secondo momento. La politica cittadina parla di mancato rilancio turistico della costa, ma poi le pratiche burocratiche hanno tempi ed ostacoli che sfuggono dai dibattti dei comunicati stampa.
Gi.Ga.   




ULTIMISSIME