Giovedi, 18 luglio 2019 ore 05:25  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SPORT

«Sui bandi per impianti sportivi il Comune di Lamezia Terme si attivi e non si faccia trovare impreparato»

Ai precedenti bandi il Comune non presentò nessun progetto, per gli attuali rimane il problema degli uffici rimasti senza tecnici e di una terna commissariale che dovrebbe dare precisi indirizzi che però mancano (vedi gestione degli impianti culturali e sportivi, quando riapriranno a regime).

Sui-bandi-per-impianti-sportivi-il-Comune-di-Lamezia-Terme-si-attivi-e-non-si-faccia-trovare-impreparato
Venerdì 12 Luglio 2019 - 16:25

In merito ai bandi annunciati dalla Regione Calabria per interventi relativi agli impianti sportivi, Francesco De Sarro, vicecoordinatore di Forza Italia della Provincia di Catanzaro, auspica che «la Commissione Straordinaria, non si faccia trovare impreparata, e incominci a predisporre i necessari adempimenti affinché il Comune di Lamezia Terme possa partecipare ai tre avvisi previsti. Dopo le travagliate vicende degli ultimi anni, che hanno portato alla chiusura degli impianti sportivi della città, partecipare a questi bandi, ed eventualmente usufruire dei finanziamenti previsti, significherebbe restituire fiducia a tutto il movimento, atleti e società sportive». 
De Sarro rimarca i disagi per «le società sportive costrette a ritirarsi dai campionati o a trovare ospitalità in impianti dislocati in altri Comuni, con gravi pregiudizi sia in termini economici che di risultati conseguiti. A tutto ciò si è aggiunta la non meno grave penalizzazione che hanno subito i nostri giovani, abituati a trovare nello sport momenti sani di condivisione e aggregazione sociale. Per tali ragioni, occorre immediatamente voltare pagina e ripartire: la partecipazione del Comune agli avvisi previsti per ottenere i contributi per l’impiantistica sportiva è un’opportunità da cogliere immediatamente senza indugi e senza incorrere in ostacoli burocratici che non avrebbero ragione d’esistere».
Ai precedenti bandi il Comune non presentò nessun progetto, per gli attuali rimane il problema degli uffici rimasti senza tecnici e di una terna commissariale che dovrebbe dare precisi indirizzi che però mancano (vedi gestione degli impianti culturali e sportivi, quando riapriranno a regime).




ULTIMISSIME