Lunedi, 21 ottobre 2019 ore 04:08  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
ISTITUZIONE

Messa in sicurezza degli edifici scolastici, il 30 agosto in scadenza il bando ministeriale

Lo ricorda il presidente della Provincia Sergio Abramo, al fine di sollecitare gli enti locali che non lo avessero ancora fatto a partecipare al bando emanato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che vede come destinatari le 14 città metropolitane italiane, le 86 Province e i Comuni. 

Messa-in-sicurezza-degli-edifici-scolastici-il-30-agosto-in-scadenza-il-bando-ministeriale
Mercoledì 21 Agosto 2019 - 12:45

Entro il 30 agosto tutti i Comuni della provincia di Catanzaro potranno presentare le domande di cofinanziamento statale per la redazione di progetti relativi alla messa in sicurezza degli edifici e delle strutture pubbliche di esclusiva proprietà dell’ente e con destinazione d’uso pubblico, con priorità agli edifici e alle strutture scolastiche. Lo ricorda il presidente della Provincia Sergio Abramo, al fine di sollecitare gli enti locali che non lo avessero ancora fatto a partecipare al bando emanato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che vede come destinatari le 14 città metropolitane italiane, le 86 Province e i Comuni. 
Le domande potranno essere presentate tramite una piattaforma predisposta da Cassa Depositi e Prestiti, con cui il Ministero ha sottoscritto apposita convenzione, a cui si accederà attraverso il sito del Mit. Gli Enti potranno presentare le domande di ammissione a cofinanziamento, attraverso la piattaforma, fino alle ore 13.59 del 30 agosto. I Comuni che vogliono accedere al Fondo possono presentare domanda di cofinanziamento per un numero massimo di 3 progetti e per un importo massimo del cofinanziamento per ciascun progetto di 60.000 euro.
Il cofinanziamento statale a valere sul Fondo apposito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con una dotazione di 90 milioni di euro in 3 anni, potrà essere al massimo dell’80% per ogni progetto.
Le progettazioni devono essere inserite nella programmazione dell’Ente. Sono ammissibili a cofinanziamento solo le spese derivanti da obbligazioni giuridicamente vincolanti contratte dopo la comunicazione di ammissione al cofinanziamento.




ULTIMISSIME