Sabato, 23 novembre 2019 ore 03:01  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
INPROVINCIA

Emerge un fronte polemico tra pubblico e privato attorno al tratto di costa in località Pesce e Anguille

Luca Valentini, titolare dell’Hang Loose Beach, documenta come «la spazzatura che non viene raccolta da circa 10 giorni rimane fuori l’ingresso dell’ Hang Loose Beach»

Emerge-un-fronte-polemico-tra-pubblico-e-privato-attorno-al-tratto-di-costa-in-localit-Pesce-e-Anguille
Sabato 24 Agosto 2019 - 11:15

Dopo l’intervento pubblicato ieri dal sindaco di Gizzeria, Raso, in cui il primo cittadino dell’amministrazione costiera chiariva alcuni passaggi a suo dire non chiari apparsi nel servizio del Tgr del giorno prima, emerge un fronte polemico attorno al tratto di costa in località Pesce e Anguille.
Luca Valentini, titolare dell’Hang Loose Beach, documenta come «la spazzatura che non viene raccolta da circa 10 giorni rimane fuori l’ingresso dell’ Hang Loose Beach» rispondendo all’intervista andata in onda al TG3 regionale delle 14 fatta al sindaco di Gizzeria, in merito al degrado e l’immondizia all’interno dell’area di Pesce Anguille: «la sua giustificazione in merito è stata che ci sono 3 stabilimenti balneari, tra cui Hang Loose Beach, che nella loro attività di discoteche, sporcano con bottiglie, siringhe e “vomito” la pineta della suddetta area. Mi permetto di fare, a questo proposito, alcune precisazioni: Hang Loose Beach non è una discoteca ma uno stabilimento balneare che svolge la propria attività dal mese di aprile a settembre. Le uniche occasioni in cui si organizza intrattenimento musicale è la domenica pomeriggio, alla presenza di famiglie, ragazzi ed adulti, momento, tra l’altro, in cui l’area di Pesce ed Anguille è affollata di gente che va al mare, in spiaggia libera ed attraverso i 3 stabilimenti balneari presenti nell’area a cui si fa’ riferimento. Hang Loose Beach è stato costruito dal sottoscritto 14 anni fa’, quando Pesce ed Anguille era “poco” accessibile a causa dei detriti di ogni natura che venivano scaricati a cielo aperto e frequentata dalla presenza di sporadici avventori incuranti della sporcizia circostante. Il sottoscritto ha investito tempo e denaro e con grandissimi sacrifici, senza l’aiuto di nessuna delle amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni, realizzando una struttura balneare di eccellenza che attrae continuamente, primavera ed estate, turismo anche di livello internazionale».
Valentini ricorda che «negli anni ci siamo distinti, con migliaia di attestazioni di stima, oltre che premi, nell’ambito di un’attività sportiva legata al mare ed al vento quale il kitesurf. Abbiamo organizzato più di 10 appuntamenti internazionali ai massimi livelli che hanno portato Gizzeria sul tetto del mondo nell’ambito di questo sport. Sono migliaia le persone che raggiungono ogni anno Gizzeria per praticare questo sport e sono convinto che alberghi, ristoranti, supermercati, piccole attività commerciali ed in generale tutta la comunità di questo piccolo comune ne beneficia grandemente. Ci sono esempi nel Mondo come le Hawaii, nord est Brasile, Mauritius, Barbados, Citta’ del Capo, tanto per citarne alcuni, che pur essendo molto più “turistiche” di Gizzeria hanno investito in questo sport sviluppando ad oggi una parte molto importante dell’economia del proprio Paese».
Per tale motivo l’imprenditore rimarca che «sono 14 anni che ripeto alle amministrazioni comunali che si sono succedute quali sono le potenzialità che questo sport può avere portandosi dietro un flusso turistico rilevante. Non solo, non sono riuscito a svegliare queste amministrazioni “distratte”, ma addirittura spesso mi è stato ripetuto dall’attuale sindaco, Pietro Raso, che la nostra attività causa solo tanti problemi da gestire. Oggi apprendo che è colpa nostra se troviamo Pesce e Anguille sporca, sporca di bottiglie che non vendiamo, di siringhe che chiaramente non commercializziamo e di “vomito”. Sono 14 anni che l’area di Pesce e Anguille è rimasta tale con le varie problematiche relative all’accesso, alla viabilità oltre che di percorribilità del sottofondo stradale». Aspetto questo che per altro è stato più volte citato anche nelle conferenze stampa in cui la parte pubblica presenziava alle presentazioni degli eventi sportivi internazionali dello spot di Gizzeria, ma tra vincoli da rispettare e burocrazia da seguire ben poco si è risolto dei problemi denunciati.




ULTIMISSIME
Incontro a Martirano sull'8x1000
Venerdì 22 Novembre 2019