Domenica, 15 settembre 2019 ore 18:55  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

Forza Italia pronta a presentare una propria lista e fornire un nome come potenziale sindaco

Si elogia la presenza del simbolo, ma dal partito in molti erano passati con Galati ad altre sponde durante la precedente consiliatura

Forza-Italia-pronta-a-presentare-una-propria-lista-e-fornire-un-nome-come-potenziale-sindaco
Martedì 10 Settembre 2019 - 12:0

Si è riunito a Lamezia Terme il direttivo cittadino di Forza Italia alla presenza del coordinatore provinciale Domenico Tallini, del vicecoordinatore provinciale Francesco De Sarro, dei candidati al consiglio comunale ed ex consiglieri comunali, iscritti e simpatizzanti.
«La lista di Forza Italia da presentare alle prossime elezioni amministrative – scrivono dal direttivo - è già pronta. Punteremo su rappresentanti espressione di diversi settori della società civile che sappiano incarnare e tutelare le esigenze e i bisogni della collettività lametina. Stiamo valutando tra diverse figure un candidato a sindaco che sia un professionista qualificato, di elevata competenza e alto profilo, da sottoporre all’intera coalizione di centro destra. La vita democratica a Lamezia Terme sarà ripristinata con interpreti adatti a risollevare le sorti della città e a rilanciarne il ruolo fondamentale all’interno della Regione».
Il partito di Berlusconi rimarca di avere «la sua storia ed è impensabile che possa rinunciare al proprio simbolo. Alle ultime elezioni amministrative è risultata il primo partito ed ha dimostrato, in consiglio comunale, in giunta, nelle piazze lealtà e coerenza rispetto alla figura del Sindaco anche e soprattutto nei momenti più controversi del suo cammino. Per tali motivi riteniamo imprescindibile che il simbolo di un partito che ha saputo così bene interpretare i delicati ruoli che il consenso popolare gli ha attribuito, debba continuare a costituire una stella polare per l'elettorato. Dunque non potrà darsi spazio a soluzioni che ipotizzino competizioni elettorali in cui non sia direttamente presente il nostro partito. Non riteniamo quindi di poter condividere scenari in cui sia che il consiglio di stato confermi l'ingiustizia dello scioglimento, sia che disattenda inopinatamente la giusta sentenza del Tar, Forza Italia non abbia una postazione diretta in consiglio comunale, espressiva di una sua diretta partecipazione alla scelta ed al sostegno del sindaco».
Già dimenticata quindi la non breve parentesi in cui gran parte di assessori e consiglieri seguì Galati in Cac, per poi tornare all’ovile ora che l’ex parlamentare è fuori dalla politica attiva. 
«Attendendo con fiducia la sentenza del Consiglio di Stato, prevista per il prossimo 19 settembre, Forza Italia – concludono dal direttivo – è determinata a rendersi protagonista del rilancio politico-amministrativo della città con uomini e donne che non lesineranno energie per dare il loro contributo allo sviluppo dell’intero territorio».
g.g.




ULTIMISSIME