Domenica, 15 settembre 2019 ore 17:59  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

«Ci vuole non un uomo solo al comando ma va individuata una squadra competente, efficace ed efficiente che sappia gestire questa situazione drammatica»

A seguito del “patto federativo” stipulato a livello nazionale tra Fratelli d’Italia e Movimento Nazionale  per la Sovranità si sono incontrate a Lamezia Terme le delegazioni dei due partiti.

Ci-vuole-non-un-uomo-solo-al-comando-ma-va-individuata-una-squadra-competente-efficace-ed-efficiente-che-sappia-gestire-questa-situazione-drammatica
Mercoledì 11 Settembre 2019 - 10:45

A seguito del “patto federativo” stipulato a livello nazionale tra Fratelli d’Italia e Movimento Nazionale  per la Sovranità si sono incontrate a Lamezia Terme le delegazioni dei due partiti.

Le delegazioni, guidate dai segretari cittadini, Gino Vescio per FdI e Antonello   Cariglino per il Mns, hanno affrontato il tema delle probabili imminenti elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale e programmato un nuovo incontro per elaborare iniziative comuni sul territorio, sia di carattere locale che nazionale.

Stilate le linee guida per una possibile alleanza con altre forze politiche «al fine di dare alla Città  un’amministrazione capace di affrontare i problemi drammatici  che l’hanno portata al degrado», basate su alcuni punti: «l’eventuale alleanza dovrà essere alternativa ai responsabili dello sfascio sociale e del dissesto economico del Comune; il candidato sindaco dovrà essere competente e non estraneo alla politica;  dovrà avere competenza, capacità di dialogo e attitudine al gioco di squadra; i partiti dovranno selezionare  accuratamente le candidature, risorse importanti e  che abbiano voglia di spendersi  per la città; vista la gravità e lo sfascio politico amministrativo in cui versa la città, ci vuole non un uomo solo al comando ma va individuata una squadra competente, efficace ed efficiente che sappia gestire questa situazione drammatica».




ULTIMISSIME