Domenica, 15 settembre 2019 ore 18:42  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
CRONACA

Anche il volo in elicottero da Lamezia a Catanzaro tra i voli giudicati non legittimi dalla Corte dei Conti per l'ex ministro Salvini

A valutare se si tratta di reati, come l’uso improprio di mezzi dello Stato, sarà ora la Procura ordinaria, con la Corte dei Conti a valutare i costi non superiori con quelli dei voli di linea, ma improprio l’uso di tali mezzi per attività come quelle elettorali che Salvini ha portato in giro per l’Italia.

Anche-il-volo-in-elicottero-da-Lamezia-a-Catanzaro-tra-i-voli-giudicati-non-legittimi-dalla-Corte-dei-Conti-per-l-ex-ministro-Salvini
Giovedì 12 Settembre 2019 - 8:15

Non c’è danno erariale, ma anche per la Corte dei Conti i trasferimenti in Piaggio P-180 dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini tra le varie tappe elettorali del leader della Lega andrebbero rivisti poiché non del tutto legittimi.
A riassumere la vicenda è Repubblica, che ricorda come «le indagini, portate avanti dal vice procuratore Bruno Tridico, erano partite nel maggio scorso da un'inchiesta di Repubblica, che aveva documentato una ventina di voli di Stato dell'ex vicepremier in cui iniziative di propaganda venivano agganciate a manifestazioni ufficiali. Come venerdì 10 maggio: alle 6.55 il leader della Lega era salito a bordo del P-180 diretto a Reggio Calabria, dove un Augusta lo aspettava per raggiungere una cerimonia antimafia, poi alle 12.12 era ripartito per Lamezia Terme e da lì in elicottero fino a Catanzaro per un comizio elettorale. Alle 16.34, infine, partenza per Napoli per un incontro in prefettura sull'arresto dei feritori della piccola Noemi e due ore dopo l'ultimo viaggio per Linate in vista dell'adunata degli alpini il giorno successivo: l'aereo della polizia si era alzato da Capodichino alle 19.22, venti minuti prima di un jet Alitalia per la stessa destinazione che sarebbe costato molto meno».
A valutare se si tratta di reati, come l’uso improprio di mezzi dello Stato, sarà ora la Procura ordinaria, con la Corte dei Conti a valutare i costi non superiori con quelli dei voli di linea, ma improprio l’uso di tali mezzi per attività come quelle elettorali che Salvini ha portato in giro per l’Italia.
Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza da par suo assicura che «si attiverà nelle sedi competenti per riaffermare la assoluta legittimità dell'uso dei velivoli della Polizia da parte del ministro nelle circostanze oggetto del pronunciamento della Magistratura contabile. Ciò per ribadire la correttezza dei comportamenti tenuti e al fine di evitare equivoche interpretazioni per il futuro».
g.g. 




ULTIMISSIME