Lunedi, 21 ottobre 2019 ore 04:19  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
INPROVINCIA

Lezioni non a norma per i piccoli studenti della scuola dell’infanzia del comune di Carlopoli secondo la minoranza consiliare

Emanuela Talarico, Salvatore Aiello e Carlo Sacco (Gruppo Consiliare Uniti Per Carlopoli E Castagna) contestano l'assenza di interventi e certificati

Lezioni-non-a-norma-per-i-piccoli-studenti-della-scuola-dellinfanzia-del-comune-di-Carlopoli-secondo-la-minoranza-consiliare
Domenica 15 Settembre 2019 - 12:0

Preoccupazione «per i piccoli studenti della scuola dell’infanzia del comune di Carlopoli, costretti, anche per il nuovo anno scolastico, a svolgere le proprie attività in una struttura inagibile, abbandonata all’incuria da anni ed interessata da continue infiltrazioni d’acqua» viene espressa da Emanuela Talarico, Salvatore Aiello e Carlo Sacco (Gruppo Consiliare Uniti Per Carlopoli E Castagna), contestando che «a nulla sono valse le richieste d’intervento poste in essere dai consiglieri di minoranza né, tantomeno, le disposizioni dei Vigili del Fuoco intervenuti  a seguito delle molteplici segnalazioni effettuate dal rappresentante dei genitori, Adelya Piccoli. Ad oggi, a distanza di un anno, la situazione resta immutata».

Si lamenta che «durante il periodo estivo e la chiusura della scuola l’attuale amministrazione comunale di maggioranza (composta da genitori e, persino, da un insegnante)  ha pensato bene di non programmare alcun intervento edilizio, necessario a migliorare la condizione del plesso, violando, così, impunemente un preciso obbligo giuridico.  Difatti i comuni hanno l’obbligo per le scuole dell’infanzia, per le primarie e le secondarie di primo grado di occuparsi della manutenzione ordinaria degli edifici scolastici, di effettuare i lavori edilizi di una certa importanza, come interventi strutturali e adeguamenti degli impianti elettrici, termici; nonché di rilasciare le certificazioni di idoneità, agibilità e conformità. Mancano pochi giorni al suono della campanella del nuovo anno scolastico senza che nulla sia stato fatto e senza che nessuno sappia la reale situazione dell’edilizia scolastica carlopolese, in materia di sicurezza e rischio sismico».

Si aggiunge inoltre che «il plesso scolastico ubicato in Castagna continua ad essere un cantiere aperto, nonostante si tratti della vecchia scuola utilizzata fino al 2010, alla quale sono stati destinati due progetti finanziati nel lontano 2008 (di un milione di euro), mentre la struttura scolastica di Carlopoli risulta in uno stato di cattiva manutenzione. Per come segnalatoci dai genitori e, negli anni precedenti, anche  dal corpo docente, le aule - adoperate anche come sede elettorale – versano in condizioni davvero pietose a causa di ingenti infiltrazioni», facendo così appello al nuovo dirigente scolastico per sollecitare il sindaco.




ULTIMISSIME