Lunedi, 21 ottobre 2019 ore 04:33  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
ARTE E CULTURA

«La mia intenzione sarà quella di collaborare con le scuole della Calabria»

Marilena Bonacci, una giovane decollaturese laureata presso la “Sapienza” a Roma in lettere classiche con indirizzo archeologico è la presidente dell’Associazione Centro Elaborazione Programmi. 

La-mia-intenzione-sar-quella-di-collaborare-con-le-scuole-della-Calabria
Mercoledì 18 Settembre 2019 - 11:15

Marilena Bonacci, una giovane decollaturese laureata presso la “Sapienza” a Roma in lettere classiche con indirizzo archeologico (con una tesi in egittologia e civiltà copta con 108/110), è la presidente dell’Associazione Centro Elaborazione Programmi. 

L’entrata in scena in associazione risale nel 2005 come guida, successivamente nel 2008 diviene Responsabile della didattica e dal 2013 Presidente della stessa. «Credo fermamente in una didattica alternativa, interattiva ed esclusiva. Proprio da quest’anno la mia intenzione sarà quella di collaborare con le scuole della Calabria», spiega la Bonacci, «poter far conoscere ai nostri ragazzi che esiste un modo di viaggiare diverso e costruttivo, visite guidate teatralizzate. Un mondo alternativo e che la nostra associazione ama valorizzare».
“L’associazione Centro Elaborazione Programmi Sperimentali (conosciuta da tutti con il nome CEPS) è un’associazione nata nel 1987, presente, quale

Ente accreditato, nel catalogo “Campi Scuola” promosso dal Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale, sin dalla sua istituzione, fino al 2008 data di cessazione di tale iniziativa. «Quando il Comune di Roma Capitale ha smesso di finanziare il progetto dei Campi Scuola, ci siamo dovuti rimboccare le maniche e reinventarci. Abbiamo stravolto tutti i percorsi puntando su una Didattica Attiva e Interattiva considerando ogni viaggio come opportunità di crescita culturale, personale e di socializzazione di altissimo valore pedagogico per ogni ragazzo», spiega la Bonacci, «i nostri Percorsi Didattici, studiati da educatori e professionisti del settore, secondo il principio della Pedagogia attiva, sono in linea con il PTOF questo fa del Campo Scuola una “scuola fuori dalle aule scolastiche” ed è ciò che li distingue dai classici viaggi d’istruzione. Ritenendo fondamentale che il ragazzo diventi protagonista attivo e non solo spettatore del periodo storico dei luoghi visitati, ci avvaliamo di un inconsueto strumento divulgativo per dar corpo e voce ai personaggi più importanti del nostro passato: da Dante a Raffaello, da Federico da Montefeltro a Francesca da Polenta, nascono così i Campi Scuola Teatralizzati». 

Guide e attori in abiti d’epoca fanno “rivivere” gli eventi storici dei siti in esame, interpretando artisti, principi ed esponenti di importanti dinastie, accompagnando i ragazzi in un vero e proprio viaggio nella storia. «È con tale spirito che, nel Campo Scuola delle Marche, in collaborazione con il Comune e la Pro-loco di Monte Cerignone, siamo riusciti ad organizzare una vera e propria rievocazione storica», spiega ancora la giovane, «la splendida cornice del Castello, permeata dal carismatico e fine stratega Federico di Montefeltro, il Nobile e la sua dama, il giullare di corte, sbandieratori, tamburini, danze e musiche originali dell’epoca, immergeranno i ragazzi, anch’essi vestiti a tema, in atmosfere e profumi medievali mentre la dettagliata ricostruzione storica di soggetti e arredi, li trasformerà in perfetti commensali dell’epoca intenti a gustare cibi e pietanze secondo le antiche ricette, il tutto a cospetto della corte di Federico di Montefeltro. Per ultimo ma non per importanza, in ogni Campo Scuola i Docenti saranno affiancati dai nostri operatori didattici e da animatori socio-culturali addetti all’ideazione, organizzazione e coordinazione delle attività diurne e delle attività ricreative serali».




ULTIMISSIME