Mercoledi, 20 novembre 2019 ore 13:05  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

Nei programmati scansionati da fotocopie gli aspiranti sindaci promettono il buon governo cittadino

Sui grandi temi a parole c’è unione di vedute, ma c’è il piano di riequilibrio da dover tenere in considerazione
 

Nei-programmati-scansionati-da-fotocopie-gli-aspiranti-sindaci-promettono-il-buon-governo-cittadino
Domenica 13 Ottobre 2019 - 21:5

Di GIANLUCA GAMBARDELLA
Se il primo atto di trasparenza, legalità e buona amministrazione da parte dei 6 candidati a sindaco passasse dai programmi, la partenza è già falsata dall'albo pretorio comunale: file stampati, fotocopiati, scansionati e ricaricati online sono un palese esempio di come non deve agire una pubblica amministrazione nel 2019. Ma in via Perugini il rapporto con il digitale rimane complicato, e non ha aiutato negli ultimi 2 anni avere alla guida un ex Prefetto che non ha intenzione di imparare ad usare un pc, al netto degli obblighi normativi che imporrebbero ben altro atteggiamento.

Tutti i 6 candidati a sindaco però nel proprio programma da realizzare nell’arco del quinquennio 2019-2024 pontificano legalità e trasparenza, e dopo il richiamo esplicito politico all’interno della sentenza del Consiglio di Stato potrebbe sembrare un atto più dovuto del solito. Per cercare il voto dell’elettorato ognuno poi gioca carte diverse promettendo di far risollevare Lamezia Terme, anche se l’attenzione ai conti comunali e delle partecipate è un obbligo istituzionale che compare in più programmi, ricadendo poi nei ricorsivi discorsi su turismo, cultura, agricoltura, verde pubblico e decoro urbano, politiche sociali che compaiono in quasi tutte le linee programmatiche di ogni sindaco.  

Tutti concordi che servano più dirigenti e dipendenti, valorizzando la forza lavoro attuale, ma a decidere ogni eventuale assunzione finché si è in piano di riequilibrio è la commissione ministeriale che chiede rigore e disciplina negli atti amministrativi, e nessuno dei candidati rimarca come da 2 anni al Comune non si approvi nessun bilancio nei termini di legge (anche perché ben pochi lo hanno contestato nello stesso periodo).

IL PROGRAMMA DI EUGENIO GUARASCIO

IL PROGRAMMA DI ROSARIO PICCIONI

IL PROGRAMMA DI SILVIO ZIZZA

IL PROGRAMMA DI RUGGERO PEGNA

IL PROGRAMMA DI PAOLO MASCARO

IL PROGRAMMA DI MASSIMO CRISTIANO




ULTIMISSIME