Martedi, 12 novembre 2019 ore 12:31  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

«Per il programma di una Città come Lamezia non basterebbero venti volumi»

Ieri primo incontro di Ruggero Pegna con i candidati di Forza Italia, oggi si replica con l'Udc

Per-il-programma-di-una-Citt-come-Lamezia-non-basterebbero-venti-volumi
Martedì 15 Ottobre 2019 - 11:40

Il primo degli incontri tra Ruggero Pegna, candidato a sindaco di Lamezia Terme da 3 dei principali partiti del centrodestra, e i candidati a consigliere comunale si è tenuto presso la sede di Forza Italia in corso Giovanni Nicotera. L’incontro è stato coordinato da Valeria Fedele, dirigente provinciale del partito e direttore generale della Provincia di Catanzaro. Sono intervenuti il coordinatore provinciale di Forza Italia Mimmo Tallini, il consigliere regionale Claudio Parente, i responsabili cittadini Francesco De Sarro e Franco Mastroianni e tutti i candidati della lista.

Nel suo lungo intervento conclusivo, dopo essersi presentato partendo dai valori della sua formazione cattolica a base di ogni esperienza della sua vita, Ruggero Pegna ha ribadito di «essere stato spiazzato dalla proposta di candidatura arrivata in modo inatteso e di aver accettato, dopo una lunga riflessione, nella speranza di poter dare un contributo per un’autentica rivoluzione della Città,  sia in termini di sviluppo e ammodernamento del territorio, sia in termini di interventi tesi a migliorare la qualità della vita di tutti, consegnadole il ruolo di grande Città del Sud che le spetta.  Ciò è possibile – ha detto Pegna - creando una squadra di grandi competenze e affermando su scala regionale e nazionale potenzialità e vocazioni di un territorio ineguagliabile per peculiarità di ogni tipo, fulcro imprescindibile e parte integrante della principale area metropiltana della Regione, puntando con il sostegno dei partiti a risorse finanziarie regionali, nazionali ed europee, a ottimizzare l’esistente, a ridurre sprechi e accrescere i ricavi». 

Pegna ha poi elencato una serie di interventi a suo dire necessari, dall’abbellimento di centri storici, frazioni e periferie, secondo moderne regole urbanistiche e con interventi di arredo e decoro, alla realizzazione di nuovi parchi per bambini e famiglie, cominciando dall’ingrandire e attrezzare anche per disabilità l’area giochi del Parco Impastato, in stato di abbandono, proteggendola da vandalismi, fino alla realizzazione di un autentico Viale del Mare che porti al Lungomare attraverso via D’Antona, reinventando l’intera costa lametina dal valore paesaggistico inestimabile. Ed ancora, un impegno a richiamare l’attenzione sull’area Lamezia Europa (attualmente oggetto del progetto Waterfront e prossima area Zes) per creare il più grande centro turistico del Meridione con attrazioni di ogni tipo, da parchi acquatici e divertimento, ad Acquario, ecc. «Attenzione fondamentale va rivolta alle attività commerciali, alle imprese, con processi di continuo ascolto e dialogo, sburocratizzazione, digitalizzazione, informatizzazione, velocizzazione dell’apparato politico-amministrativo», tra le visioni di Pegna, ed anche «il riuscire a portare sedi di Accademie e Università innovative per specifici nuovi sbocchi professionali in vari settori artistici, dal Cinema alla Moda, capaci di attrarre giovani da ogni parte del Sud». 

In campo urbanistico e culturale si propone la creazione di un’immensa Piazza della Stazione Centrale verso la zona di Sambiase, tra la stessa stazione e l’autostrada, e la realizzazione della Città dello Sport e della Cultura, grazie a nuovo e vecchio palasport, teatri, parco Mitoio da rendere finalmente funzionante, stadi e i numerosi beni culturali da valorizzare, dal Castello alle preziose aree archeologiche.  

«Per il programma di una Città come Lamezia – ha detto Pegna - non basterebbero venti volumi, altro che poche paginette, ma l’amministrare sarà anche ascoltare, affrontare e risolvere quotidianamente ogni problematica».

Infine Pegna, ha rivolto un appello ai candidati: «Nella mia vita ho ricevuto tanto, anche in momenti difficili, ora forse è arrivato il momento di dare, insieme a voi, il mio impegno per la mia città. Vi chiedo una campagna elettorale serena, sobria, matura, ispirata a valori e principi etico morali e di assoluta trasparenza, per Lamezia e contro nessuno. Ogni candidato a sindaco merita stima e rispetto.  Meglio un voto in meno, senza l’assillo di dover vincere a tutti i costi, che perdere in dignità ed affossare definitivamente questa Città. Siamo già in ritardo. Lamezia deve tornare alla normalità, al rispetto della legalità in ogni ambito, per riguadagnare quell’immagine pulita e importante che è stata fin troppo offuscata. Ogni risorsa della Città va valorizzata ed ogni cittadino deve contribuire con senso civico, idee, proposte, competenze, allo sviluppo della Città». 

Stasera alle 18 secondo incontro con i candidati dell’UDC nella sede del partito in Piazza della Repubblica.




ULTIMISSIME