Mercoledi, 20 novembre 2019 ore 13:51  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

Olio, prodotti a km 0 e Fieragricola nella discussione dei 5 Stelle in Piazza 5 Dicembre

Alla presenza del candidato a sindaco Silvio Zizza, dei Deputati Giuseppe D’Ippolito e Paolo Parentela, nonché dei 24 candidati al Consiglio Comunale. 

Olio-prodotti-a-km-0-e-Fieragricola-nella-discussione-dei-5-Stelle-in-Piazza-5-Dicembre
Domenica 20 Ottobre 2019 - 16:35

Agorà tematica “Un futuro possibile per l'agricoltura lametina”, organizzata dal Movimento 5 Stelle di Lamezia Terme, ieri in Piazza 5 Dicembre alla presenza del candidato a sindaco Silvio Zizza, dei Deputati Giuseppe D’Ippolito e Paolo Parentela, nonché dei 24 candidati al Consiglio Comunale. 
I parlamentari hanno sinteticamente descritto il lavoro che come Movimento si sta portando avanti in Parlamento, e più nello specifico nelle varie Commissioni, per far sviluppare  il comparto agricolo e ambientale del territorio. Tanti i punti toccati anche dal candidato a sindaco Silvio Zizza. Dal carrozzone dei Consorzi di Bonifica che chiedono tributi senza prestare in cambio alcun servizio, al progetto di valorizzazione dell’olio di oliva lametina, il cosiddetto “oro verde”, attraverso la costituzione di un marchio d’identità territoriale, “Lamezia città dell’olio”, che sia garanzia di qualità per il consumatore finale. Puntare, insomma, sulla promozione, anche attraverso uno specifico e mirato marketing, della ricca filiera agricola lametina, anche se già esiste in tale ambito il consorzio Lamezia Olio Dop. 
Altra proposta è quella di mettere in rete scuole agrarie e alberghiere per formare nuovi imprenditori, uso sostenibile delle risorse naturali, ad esempio attraverso la promozione dei cosiddetti “mercati del contadino” che rappresentano un immediato luogo d’incontro tra domanda e offerta nell’ottica di supportare il consumo di prodotti a  km zero, un po' come i due mercati coperti esistenti.

Sulla Fieragricola di Sambiase, i grillini hanno reputato che inevitabile è stato il declassamento graduale mancando un progetto di rilancio, anche se ad oggi l’Ente Fiera è ancora una società attiva ma lasciata a sé stessa. 




ULTIMISSIME