Sabato, 7 dicembre 2019 ore 00:53  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

«Vanno al ballottaggio a Lamezia due candidati di centro destra? Non è così, ma soprattutto non è così per me»

Lancia così Teresina Calidonna il proprio comunicato di appoggio al candidato sindaco Paolo Mascaro

Vanno-al-ballottaggio-a-Lamezia-due-candidati-di-centro-destra-Non-cos-ma-soprattutto-non-cos-per-me
Giovedì 14 Novembre 2019 - 8:0

«Vanno al ballottaggio a Lamezia due candidati di centro destra? Non è così, ma soprattutto non è così per me». Lancia così Teresina Calidonna il proprio comunicato di appoggio al candidato sindaco Paolo Mascaro, spiegando che «non avrei mai aderito ad un progetto politico di destra che non riconosce le diversità, che non difende l’accoglienza, che esalta l’individualismo e non l’integrazione, che alimenta le paure e le divisioni. Io ho aderito candidandomi al progetto di Paolo Mascaro che non ho reputato di destra e che ho visto innovativo ed esclusivamente a difesa della nostra Città. Non vi sono simboli di partito, non vi sono elementi proposti da partiti, non vi sono dipendenze da partiti».

Per la Calidonna le aree di provenienza o riferimento degli altri candidati, come gli ex consiglieri comunale, passano quindi in secondo piano rispetto a «tante proposte di associazioni civiche su temi che ho giudicato importanti. Ad esempio: la posizione sulla sanità a difesa della legge regionale che vuole la programmazione dell’intera area vasta Catanzaro-Lamezia e non l’esclusione immotivata sostenuta dal movimento 5 stelle. In campagna elettorale ho proposto una particolare attenzione per i Giovani che confermo come impegno per la futura amministrazione». 

Tornando nell’ambito dei partiti secondo la candidata non eletta al momento «i lametini ben valuteranno in negativo il vero centrodestra, quello che aveva composto liste e candidati con il simbolo anche della Lega. Ad una coalizione che avesse presentato anche una lista della Lega io non avrei mai aderito. Oggi quella lista non c’è, ma non per decisione del candidato sindaco che evidentemente le politiche sostenute da quel partito aveva accettato. Perciò il quadro è chiaro: tra il candidato civico Paolo Mascaro ed il candidato dei partiti di centrodestra e della Lega Ruggero Pegna. Tra Paolo Mascaro profondo conoscitore della difficile situazione amministrativa del nostro comune ed Il suo oppositore che è ben conosciuto per la sua attività di promotore di spettacoli, ma che mai ha dimostrato impegno o interesse per le vicende amministrative della nostra Città».




ULTIMISSIME
Il 14 dicembre convegno sul Lupus
Venerdì 06 Dicembre 2019