Venerdi, 13 dicembre 2019 ore 04:32  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

«Lamezia ha bisogno di unità e di abbandonare l’ascia di guerra a fini esclusivamente personalistici»

Francesco Grandinetti intervenendo nell’attuale dibattito politico sollecita un dialogo più improtato sui programmi

Lamezia-ha-bisogno-di-unit-e-di-abbandonare-lascia-di-guerra-a-fini-esclusivamente-personalistici
Domenica 17 Novembre 2019 - 12:5

«Le risse non servono. La dietrologia non serve più. C’è chi ha vinto e chi ha perso, e chi ha perso deve riflettere di più», sostiene Francesco Grandinetti intervenendo nell’attuale dibattito politico che vede "decibel alti" sia tra i due contendenti alla carica di primo cittadino che nel centrosinistra non arrivato neanche al ballottaggio.

«Noi vogliamo sapere cosa si farà domani. Un domani che inizia il 25 Novembre e che non può essere fatto solo di ordinario o di frasi fatte e di maniera sulle cose che si faranno. Bisogna capire cosa si farà e come si faranno per dare sviluppo», chiede l’ex presidente del consiglio comunale del secondo mandato Speranza, «l’ordinario è la minima cosa. Io sostengo, sperando che qualcuno mi ascolti, che uno dei modi per creare sviluppo economico nella nostra Lamezia è quello di avvicinare temporalmente il centro nevralgico di Germaneto alla nostra città. Siete d’accordo che lo sviluppo si crea aumentando i “residenti” anche momentanei nei nostri centri storici? Siete d’accordo a rilanciare il progetto del collegamento veloce e costante su rotaia con l’università, l’ospedale di Germaneto e la Cittadella regionale? Dalla stazione di Nicastro a Germaneto ci separano solo 15 minuti, e dalla stazione di Sambiase solo 18 minuti. Non servono progetti faraonici come il Pendolo ma serve solo trovare un accordo con chi ha in gestione la tratta ferroviaria Lamezia-Germaneto e dotarsi di un paio di “lettorine”».

Dell'argomento, anche se nei dibattiti televisivi ed online quanto scritto prima del 10 novembre sembra stia passando in secondo piano, si sono occupati entrambi i contendenti. 

Nel programma di Paolo Mascaro è espressamente scritto che «di fondamentale importanza è stato l’aver preservato, in ambito ferroviario, la linea Lamezia Terme Centrale – Catanzaro Lido nel tracciato attualmente esistente evitando così il rischio di marginalizzazione degli abitati di Sambiase e Nicastro. Ora occorrerà chiedere il puntuale rispetto e la celerità nell’attuazione degli interventi già preventivati tra i quali la sensibile riduzione, tramite elettrificazione e potenziamento del servizio, dei tempi di percorrenza per il collegamento Catanzaro Lido – Lamezia Terme Centrale; al riguardo, è importante aver ottenuto, su specifica sollecitazione, l’ammodernamento delle Stazioni Ferroviarie di Nicastro e Sambiase che andranno sempre di più interessate dallo sviluppo della linea».

Ruggero Pegna propone invece di realizzare una nuova piazza per la stazione di Lamezia Terme Centrale in ottica dei collegamenti con Catanzaro con tutte e 3 le stazioni lametine.




ULTIMISSIME