Sabato, 7 dicembre 2019 ore 01:04  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
INPROVINCIA

Donato al comune di Falerna un "restyling" dello stemma

Il locale rappresentante della Lega, Domenico Capriglione, ha voluto dare il proprio contributo dopo lo studio araldico del simbolo

Donato-al-comune-di-Falerna-un-restyling-dello-stemma
Martedì 03 Dicembre 2019 - 9:35

Il locale rappresentante della Lega, Domenico Capriglione, ha donato al comune di Falerna un "restyling" dello stemma comunale effettuato con la moderna grafica vettoriale, che segue i dettami della scienza e legge araldica.
«Ammirato da quello che la popolazione volontaria del paese, divisa in più gruppi, sta facendo per la Nostra Falerna, anche io, per quello che permettono le mie forze, facendo uso delle mie conoscenze, ho voluto rendere più bella Falerna», spiega Capriglione, «dopo essermi consultato con la presidenza del consiglio dei ministri, presso il segretariato generale – ufficio del cerimoniale di Stato per le onorificenze, e aver quindi avuto conferma che per poter ridisegnare lo stemma comunale non servono particolari autorizzazioni a patto che esso rispetti le regole araldiche espresse nella blasonatura dello stesso, e che rispetti quanto previsto dall’attuale legislazione; dopo aver studiato le basi della scienza araldica e provveduto a contattare l’Archivio centrale dello Stato presso il Servizio di Araldica, per ricevere copia del DPR 19/07/1971 in cui è contenuta la concessione Presidenziale a firma dell’allora Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat, gentilmente mi è stata inviata in copia la trascrizione dell’originale presente nei Registri di trascrizione di decreti araldici reali e presidenziali (1860-2018), vol. XXXII da cui si evince la seguente blasonatura: “d’azzurro al cavallo baio inalberato, addestrato in tronco d’albero sradicato d’oro e da un ramoscello di verde nascente dalle radici del tronco. Ornamenti esteriori da Comune.” Da tutto questo nasce, utilizzando la moderna grafica vettoriale (che permette ingrandimenti senza perdita di dettagli e la facile incorporazione della stessa in altri file), seguendo le regole araldiche e legislative, la mia versione dello stemma che identifica il nostro amato comune, sia in versione colorata che monocromatica».




ULTIMISSIME
Il 14 dicembre convegno sul Lupus
Venerdì 06 Dicembre 2019