Mercoledi, 23 gennaio 2019 ore 16:47  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SPORT

Al 'D'Ippolito' l'Acri batte di misura la Cittanovese e conquista la Coppa

Feraco all'11 porta in vataggio la compagine di mister Pascuzzo, ma il rigore sbagliato da Levato tiene in bilico il match fino al convulso finale.

Al-D-Ippolito-l-Acri-batte-di-misura-la-Cittanovese-e-conquista-la-Coppa
Domenica 04 Gennaio 2015 - 17:45

ACRI – CITTANOVESE 1-0

ACRI: Di Iuri, Mancino, Siciliano (96), Deffo, Cavatorti (49'st Perri), Miceli, Ferraco (96), Sposato, Gallo (24'st Rabihou), Levato (30'st Luzzi U), Visani (96). A disp: De Marco, Solidoro (95), Covello (96), Luzzi G (97). All. Pascuzzo.

CITTANOVESE: D'Agostino, Pasqualino (96), Rizzo (97), Varrà, Lombardo, Nucera, Papaleo R (20'st Bruzzese), Cutano (95) (16'st Velletri (96)), Giovinazzo, Saffioti, Pantano (12'st Papaleo G). A disp: Scardina (96), Canfora, Sorgiovanni, Cantone. All. Giovinazzo.

ARBITRO: Massara di Vibo Valentia (assistenti Montesanti di Lamezia Terme e Naccari di Vibo Valentia).

RETI: 11'pt Feraco

NOTE: spettatori 1.000 circa. Al 49' st espulsi Saffioti e Pascuzzo. Ammoniti: Rizzo, D'Agostino, Cutano, Di Iuri, Sposato Angoli: 3-3. Rec: 2'pt e 7'st

Di GIANLUCA GAMBARDELLA
E' l'Acri ad alzare la Coppa nella finale del “Guido D'Ippolito”, ma la compagine cosentina contro la Cittanovese nonostante la categoria di differenza (Eccelenza i vincitori, Promozione gli sconfitti, ma con organici che da entrambi i lati potrebbero ben figurare nella rispettiva categoria superiore) non riesce a superare a pieno la prova di maturità: fallito il rigore del potenziale 2-0 gli uomini di mister Pascuzzo perdono le misure in mezzo campo e quella giusta lucidità, pecca che gli avanti della Cittanovese “restituiscono” in alcune occasioni tra primo e secondo tempo non riuscendo così a pareggiare i conti.

Alla fine l'Acri vince con il minimo scarto anche grazie alle parate di Di Iuri in apertura di ripresa, ed i giocatori rossoneri prima dell'alzare la Coppa dedicano la vittoria a due tifosi scomparsi, Angelo e Giuseppe.

PRIMO TEMPO
0' Cittanovese senza Cundari (infortunato) e Napoli (squalificato). Acri in campo con un 4-2-3-1, Cittanovese che risponde con 4-4-2
10' D'Agostino salva due vole in un minuto su Mancino e Gallo, ma sulla terza conclusione di Feraco non può nulla. L'Acri passa così in vantaggio
14' su assist di Lombardo la palla arriva a Nocera che di testa manda la palla di poco a lato lamentando un tocco di mano del proprio marcatore
18' schema da angolo che libera Mancino alla conclusione, palla sopra la traversa
20' Gallo in mezzo all'area stoppa bene il pallone e cerca la conclusione strozzata, da terra Nocera cadendo ferma il pallone con le braccia. Rigore che Levato calcia debolmente alla sinistra di D'Agostino che in tuffo non ha grandi difficoltà a neutralizzare il penalty in angolo. Sugli sviluppi del corner Miceli coglie il palo
25' Acri che subisce il contraccolpo psicologico del doppio vantaggio sfumato: Giovanizzo su un cross teso rasoterra dal fondo non trova la giusta coordinazione
31' ripartenza Cittanovese che in tre tocchi arriva in area ma Giovinazzo davanti a Di Iuri sbaglia il controllo.
32' apertura al volo dalla sinistra sull'altra fascia per Pantano che libero da marcature calcia a lato
45' Acri che torna a dare segnali di vita con qualche conclusione fuori bersaglio nel finale di tempo, ma dopo 2 minuti di recupero si rientra negli spogliatoi sull'1-0 per la compagine della provincia di Cosenza

SECONDO TEMPO
18' la difesa dell'Acri va in affanno, Di Iuri su una deviazione di un compagno è chiamato alla parata d'istinto, salvando la propria porta ancora una volta sugli sviluppi dell'angolo chiudendo lo specchio su Giovinazzo
20' in 8 minuti Giovinazzo effettua tutte e tre le sostituzioni passando al 4-3-3
47' Pascuzzo ha un diverbio con qualche giocatore della Cittanovese (qualche istante prima Miceli era caduto a terra lamentando una gomitata in corsa di un avversario) per un pallone non restituito celermente, dalle parole si passa agli screzi tra le due panchine, si alzano i toni che coinvolgono anche parte dei tifosi dell'Acri in tribuna che cercano di partecipare alla contesa. Dopo qualche minuto Saffioti si vede sventolare il cartellino rosso sotto gli occhi raggiungendo gli spogliatoi insieme a Pascuzzo. L'episodio allunga il recupero concesso in precedenza, di 5 minuti, di altri 2 minuti in cui però il tentativo finale di assalto della Cittanovese non portano a nulla.




ULTIMISSIME