Inviato venerdì al Papa il fiore dell’integrazione da parte di Change Destiny No Profit

Come preannunciato nel corso del convegno “Il Profumo dell’Integrazione” del 21 marzo

Più informazioni su


    Come preannunciato nel corso del convegno “Il Profumo dell’Integrazione” del 21 marzo, venerdì è stato inviato al Santo Padre il “Fiore dell’Integrazione”, corredato da una lettera di accompagnamento da parte di Angela E.M. Morabito, antropologa e presidente dell’associazione Change Destiny No Profit.
    «È per me un privilegio e un grande onore potermi rivolgere a Lei, modello e fonte d’ispirazione per il mio personale operato e per le iniziative dell’ente no profit che presiedo, la Change Destiny. Questa organizzazione non lucrativa ha trovato nell’Enciclica Laudato Sì la linfa vitale necessaria a proseguire nel difficile cammino del volontariato a tutela della Casa Comune e di tutte le sue Creature», spiega la Morabito, «lo scorso 21 marzo, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, nel corso del Convegno “Il Profumo dell’Integrazione” –tenutosi presso la biblioteca del Convento dei Frati Cappuccini di Sant’Antonio a Lamezia Terme- è stato presentato ufficialmente il Simbolo dell’Integrazione, che io stessa ho ideato con l’augurio che venga adottato universalmente, favorendo il dialogo tra le genti del mondo, tutte uguali di fronte a Dio e tutte meritevoli degli stessi diritti. Il 21 marzo, che tradizionalmente segna l’inizio della primavera, noi della Change Destiny abbiamo fatto “sbocciare” il Fiore dell’Integrazione, che è composto da 5 petali bianchi – come 5 sono le dita di una mano- che racchiudono, includono e proteggono il pistillo nero, ricolmo di un polline preziosissimo che rende fecondo il fiore nella sua interezza e si posa sui petali lasciando la propria impronta e arricchendone la fragranza. Con umiltà e rispetto Le inviamo un Fiore dell’integrazione, benedetto dal nostro Vescovo Luigi Antonio Cantafora. Da parte mia e di ogni socio e volontario della Change Destiny un sincero incoraggiamento a proseguire con la Forza della Fede il Suo arduo pellegrinaggio». 

    Più informazioni su