Quantcast

I pentastellati lametini rimarcano una propria presa di posizione del 2015 in merito al traffico di rifiuti scoperto ora in Quarta Copia

I grillini rimarcano che «non possiamo che augurarci un reale risveglio di tutta la popolazione, affinché segnali ogni azione o movimento sospetto dietro il quale potrebbero nascondersi gravi attentati all’ambiente e, indirettamente, alla nostra salute».

Più informazioni su


    Commenta l’indagine “Quarta copia” anche il locale meet up dei 5 Stelle, ricordando come «era il 30 novembre 2015 quando i nostri attivisti Ferdinando Gaetano e Ugo Citino girarono un video, recuperato e ripubblicato in queste ore sulla pagina facebook Lamezia 5 Stelle, con il quale si denunciava la tanta spazzatura abbandonata in una traversa semi-nascosta della strada provinciale che porta all’abitato di Sant’Eufemia Vetere. C’era di tutto, persino prodotti cosmetici! Ebbene, abbiamo ora scoperto che ci trovavamo, inconsapevolmente, proprio a ridosso di quella battezzata dagli inquirenti come “discarica Liparota”. Adesso in tanti sembrano essersi svegliati dal letargo, ma dov’erano quando, in questi anni, denunciavamo con decine di video e comunicati, in alcuni casi finendo per essere accusati di essere “manettari”, tutti questi misfatti ambientali? Sull’ex discarica Bagni possiamo dire, senza timore di smentite, di essere stati purtroppo i soli ad esserci interessati della problematica in questi anni. Basti pensare all’esposto che presentammo presso la locale Procura della Repubblica nel luglio 2015 e alla successiva apposizione in loco, per ben due volte a distanza di circa un anno, di striscioni e tabelloni denuncianti il grave inquinamento dell’area», ricordando anche di aver contribuito ad un servizio della televisione tedesca.
    Nel «ringraziare il cittadino, dalla cui denuncia sono potute partire le indagini, e tutte le Forze dell’Ordine ed inquirenti che hanno svelato questo losco e criminale traffico illecito di rifiuti», i grillini rimarcano che «non possiamo che augurarci un reale risveglio di tutta la popolazione, affinché segnali ogni azione o movimento sospetto dietro il quale potrebbero nascondersi gravi attentati all’ambiente e, indirettamente, alla nostra salute».
     

    Più informazioni su