Quantcast

Incontro tra Nuovo Cdu e vicesindaco sui lavori socialmente utili tramite reddito di cittadinanza

Prima si dovrà impostare il lavoro e stabilire le attività che potrebbero intraprendere i 2112 fruitori

Più informazioni su

Ieri il coordinatore cittadino del Nuovo Cdu ed il presidente cittadino del Nuovo Cdu hanno incontrato il vicesindaco del comune di Lamezia Terme, nonché assessore al personale, Antonello Bevilacqua, per «ribadire e cercare di far attuare le direttive date dal Governo, con apposito decreto pubblicato su Gazzetta Ufficiale, ad inizio gennaio sui fruitori del reddito di cittadinanza. Come noto tali beneficiari, che percepiscono giustamente un incentivo ed un aiuto in attesa di un lavoro stabile, dovrebbero svolgere lavori socialmente utili alla collettività (PUC) presso i comuni di residenza».

Giancarlo e Giuseppe Muraca sostengono di aver trovato «una persona attenta, preparata, che ha abbracciato con entusiasmo e appieno la nostra proposta di inserire i fruitori del suddetto reddito nelle forze lavoro del comune, ognuno con le sue competenze e capacità. Insieme abbiamo esaminato la legge, il decreto con le direttive e alcune delibere che alcuni comuni hanno già redatto su questo argomento».

Con gli esponenti del Nuovo Cdu il vicesindaco si è impegnato «a convocare i navigator, già individuati, formati e stipendiati, per impostare il lavoro e stabilire le attività che potrebbero intraprendere i 2112 fruitori del reddito tenendo conto delle eccezioni previste nel decreto stesso e delle specificità dei lavoratori. Probabilmente questa forza lavoro non sarà del tutto specializzata, ma abbiamo convenuto che, in ogni caso, avere una forza lavoro così consistente, a costo irrisorio, in un comune carente di personale come il nostro, porterà vantaggi al decoro della città, al funzionamento della macchina comunale e all’intera collettività lametina».

Più informazioni su