Quantcast

Lidia Vescio propone il tampone on the road fuori dai supermercati e per strada

Fa appello al Presidente della Regione Calabria Jole Santelli, al Sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro

«La maggior parte dei lametini e dei Calabresi in generale, hanno preso contezza della grave situazione che stiamo vivendo, seguendo pedissequamente le disposizioni messe a punto dal governo : stare in casa e uscire solo per comprovate esigenze lavorative, per motivi di salute o necessità, come previsto dal Dpcm 11 marzo 2020», valuta Lidia Vescio del Partito Democratico, «appare necessario però, al fine di limitare al minimo il contagio, adottare una misura importante, ossia quella del tampone obbligatorio sia per chi è in quarantena perché rientrato dal Nord, ma anche e soprattutto per chi condivide la stessa residenza».

La Vescio fa appello al Presidente della Regione Calabria Jole Santelli, al Sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro, chiedendo loro di intraprendere misure che vanno però oltre le competenze imposte dai decreti nazionali.

«Qualora non fosse possibile porre in atto tale operazione, potrebbe pensarsi al tampone on the road, fuori dai supermercati e per strada» si spinge la prima dei non eletti del Pd, «è un misura che richiede un grande dispendio di risorse, per questo si confida anche nella possibilità che gli imprenditori del hinterland Lametino e di tutta la Calabria, possano in qualche modo contribuire per la realizzazione di questa iniziativa, qualora i governanti Calabresi decidessero per l’attuazione di tale intervento».