I rappresentanti lametini del Nuovo Cdu chiedono un incontro con l’assessore regionale all’agricoltura

Settore in crisi anche nella città della piana, con una Fieragricola non più esistente tramite l'Ente Fiera

Scomparsa dai radar degli atti amministrativi comunali da anni, l’Ente Fiera diventa argomento di discussione secondo i rappresentanti lametini del Nuovo Cdu per un incontro con l’assessore regionale all’agricoltura.

Del settore in generale parlano il coordinatore cittadino ed il presidente cittadino del Nuovo Cdu, Giancarlo e Giuseppe Muraca, lamentando che «il comparto zootecnico è praticamente quasi sparito, il comparto frutticolo agrumicolo è rilegato alla sola produzione familiare, il vitivinicolo, il nostro fiore all’occhiello in passato, è affidato a pochissimi produttori, sparita anche la produzione cerealicola. Anche le nuove produzioni, che qualcuno ha cercato di portare avanti, non hanno portato i risultati sperati ed auspicati. Per il momento i comparti che ancora resistono nel lametino, sia per le condizioni ambientali ideali che per le conoscenze, professionalità e capacità dei produttori, sono quello olivicolo ed orticolo che però vivono in un continuo disagio».

All’assessore Gallo, che intanto in tempi di Covid-19 sta avendo interlocuzioni con le varie associazioni di categoria, viene ricordato che «solo pochi mesi fa c’è stata una grande manifestazione regionale, proprio a Lamezia, del comparto olivicolo, che tra le altre cose, ha sollevato il problema del prezzo dell’olio, ma ancora l’olio prodotto è nelle cisterne dei produttori e nessuno ne parla più. I produttori sono esasperati», chiedendo «il rilancio completo del settore che, secondo noi, può integrarsi con lo sviluppo delle filiere agroalimentari e con lo sviluppo della fiera agricola a Lamezia non solo come momento ricreativo, ma come divulgazione sul territorio delle innovazioni e dei prodotti locali legati all’agricoltura. Vogliamo che Lamezia anche nel settore agricolo e fieristico ritorni ad essere il centro della Calabria». Ed infatti il progetto AgriExpo dovrebbe sorgere, coordinato da LameziaEuropa, all’interno dell’area industriale, aspetto però non menzionato nel comunicato stampa.