La lenta alta velocità contestata questa mattina davanti la stazione dal Movimento 24 Agosto

Si lamenta che la velocità massima sulla tratta Salerno - Reggio Calabria è di 150 km/h

Più informazioni su

Continuano i flash mob itineranti lungo la dorsale tirrenica del trasporto ferroviario da parte degli aderenti al Movimento 24 Agosto – Equità Territoriale per «denunciare l’ennesima presa in giro ai danni del Mezzogiorno», si spiega nella nota stampa che punta il dito contro l’annuncio dell’arrivo dal 3 giugno dell’alta velocità fino a Reggio Calabria.

«Sarebbe un’ottima notizia, se solo fosse vera. La presenza dei freccia rossa non deve ingannare: è soltanto la scusa per aumentare i biglietti del 40%. Tutto il resto è rimasto come prima», lamenta il movimento, «la velocità massima sulla tratta Salerno – Reggio Calabria è di 150 km/h. Abbiamo assistito durante i primi 2 flash mob organizzati a Reggio Calabria e a Vibo Valentia gente scendere dal freccia rossa in evidente stato confusionale, dovuto al continuo sballottamento subito durante il viaggio, a causa di un’infrastruttura inefficiente per quel tipo di velocità».

Non convincono neanche gli annunci di Ferrovie dello Stato di 400 milioni di investimenti per l’ammodernamento della rete, lamentando che «sarebbe totalmente da rifare», ed anche «stessa cifra che spenderà per il raddoppio dell’alta velocità tra Verona e Venezia. Un decimo rispetto a ciò che spenderà per le infrastrutture del nord, dove l’alta velocità effettiva è già presente e funzionante».

Più informazioni su