Usb e Sportello Sociale Autogestito offrono supporto legale e sindacale a chi si trovasse in condizioni di sfruttamento lavorativo

Nel commentare l’operazione denominata “Articolo 36”, solidarietà alle 3 commesse espressa

Più informazioni su

Nel commentare l’operazione denominata “Articolo 36”, in cui due imprenditori titolari di un negozio di profumi nel centro di Lamezia sono stati denunciati per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro continuato, lo Sportello Sociale Autogestito – Lamezia Terme e
USB – Federazione di Catanzaro sostengono che «questa operazione non ci svela nulla di nuovo: le situazioni di sfruttamento lavorativo, l’assenza di tutele e garanzie, soprattutto per le lavoratrici impiegate in attività commerciali, sono pratiche purtroppo ampiamente diffuse e tollerate che meriterebbero di essere meglio approfondite».

Le due sigle rimarcano che «consapevoli delle difficoltà dettate dalla precarietà, dal ricatto occupazionale, dalla paure di perdere il lavoro, esprimiamo la nostra piena solidarietà e vicinanza alle 3 commesse vittime di questo episodio ed offriamo il nostro supporto legale e sindacale a chiunque si trovasse in condizioni di sfruttamento lavorativo».

Più informazioni su