Quantcast

Silvia Vono torna a sollecitare il completamento dell’iter per i Cis

A novembre la terna commissariale che guidava l'amministrazione comunale lametina aveva avanzato proposte per investimenti per 70.106.947,92 euro

Di Cis torna a parlare Silvia Vono, parlamentare di Italia Viva. «In seguito ai confronti con i tanti amministratori della Calabria sono intervenuta personalmente sulla questione dei 2 CIS Calabria. Sono tanti i progetti di infrastrutturazione, sviluppo economico, produttivo e imprenditoriale, turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali, ambiente, occupazione e inclusione sociale presentati già alla fine del 2019 per molte aree della nostra Calabria e ingenti le risorse ferme ad Invitalia in attesa dell’istituzionalizzazione dei contratti», spiega la senatrice, «sono stata al Ministero per il Sud e la coesione territoriale per sollecitare il diretto intervento, per quanto di competenza, del ministro Provenzano che ha assicurato di verificare lo stato dell’arte e consentire, con l’immediato interessamento, lo svolgimento del Tavolo istituzionale con il Presidente Conte, per avviare l’iter che porterà all’approvazione definitiva dei progetti di sviluppo e allo sblocco delle risorse finanziarie».

Secondo la Vono «i progetti dei CIS vedono interessati vari ministeri ma, una volta insediato il tavolo di lavoro, è opportuno che tutti i progetti vengano istituzionalizzati per dare la possibilità ai territori di essere protagonisti ed è per questo che è necessario favorire sempre lo sviluppo dell’intera Regione evitando di porre in essere escamotage maldestri, dettati da pure tentazioni campanilistiche e non solo, come recentemente, purtroppo, è accaduto nel tentativo di avvantaggiarsi, nel proprio quartiere, di qualche consenso, discriminando il resto dell’intero territorio calabrese».

La vicepresidente della commissione Lavori pubblici e Comunicazioni sostiene che «le cattedrali nel deserto non hanno mai prodotto vero sviluppo ed è per questo che i rappresentanti istituzionali dovremmo sempre muoverci nella direzione di un coinvolgimento capillare di ogni territorio che è l’unico metodo in grado di sostenere quelle pratiche volte a contrastare la sperequazione socio-economica, finalità cui mirano i provvedimenti in discussione».

Sui Contratti istituzionali di sviluppo a novembre la terna commissariale che guidava l’amministrazione comunale lametina aveva avanzato proposte per investimenti per 70.106.947,92 euro

Le 10 proposte lametine per i Contratti istituzionali di sviluppo riguardano investimenti per 70.106.947,92 euro