Quantcast

Giancarlo Nicotera chiede chiarezza ai commissari della sanità, a livello regionale e provinciale

Le risposte dovrebbero essere negli atti amministrativi

Più informazioni su

Essendo la sanità commissariato sia a livello regionale, con Cotticelli attuale reggente, che a livello provinciale, con l’ex prefetto Latella a guidare la terna commissariale aziendale, a loro si rivolge Giancarlo Nicotera.

Il consigliere comunale racconta lo scenario pre zona rossa, con tutte le preoccupazioni del caso per gli esercenti ed i cittadini, chiedendo «sono stati spesi in Calabria ed a Lamezia Terme i milioni previsti per il Covid? Le decine e decine di migliaia di euro di donazioni pro Covid sono andate a buon fine? Perché qui ancora non si rileva l’apertura di strutture Covid, ma si parla a malapena di percorsi di sicurezza negli Ospedali (come quello di Lamezia) non attrezzati per fronteggiare appieno l’emergenza?».

Si prosegue: «si lavorerà per aumentare da subito l’organico di medici ed infermieri? Si lavorerà, senza se e senza ma, per migliorare i mezzi dei nostri nosocomi? Si lavorerà concretamente per processare i tamponi in misura maggiore e più rapida, riaprendo magari reparti come Malattie e Microbiologia chiusi, a Lamezia Terme, inspiegabilmente con tagli assurdi?»

Le risposte dovrebbero essere negli atti amministrativi, come il dissesto deliberato a dicembre dall’Asp mai attuato, o come i problemi emersi durante già la prima ondata, vedi personale assumbile dall’Asp passato a Catanzaro insieme agli anziani della Rsa di Chiaravalle che né l’ospedale di Soveria Mannelli né quello di Lamezia Terme hanno ritenuto di poter ospitare.

Più informazioni su