Quantcast

Campagna di sensibilizzazione da parte del Lions Club sulle precauzioni da seguire in ottica Covid foto

Infine, e’ in programma un convegno, che sara’ svolto in modo interattivo, e che avra’ come ospite il virologo Giulio Sarro

Più informazioni su

«La Calabria e’ diventata zona rossa, ma noi vogliamo dare un segnale di speranza per ritornare a sognare e ad abbracciarci. Noi vogliamo riprendere in mano la nostra vita». Con queste parole la presidente del Lions club di Lamezia Terme, Annamaria Aiello, presenta l’iniziativa messa in campo all’indomani dell’annuncio dell’istituzione della Calabria come zona rossa.

«Vogliamo ricominciare a sognare – aggiunge Aiello – e vogliamo faro rispettando le regole. Ecco perche’ abbiamo pensato ad una campagna di sensibilizzazione che potesse essere incisiva e ringrazio l’architetto Rosa Maria De Pino che, con le sue sagome e’ ben riuscita ad interpretare il messaggio che come Lions volevamo dare».

In queste ore, infatti, il Lions club lametino ha iniziato una sorta di mostra itinerante che, partita dalla farmacie Furci e Feroleto, sara’ portata all’interno di varie attivita’ cittadine dove saranno esposte due sagome che si osservano l’una di fronte all’altra. Caratteristica delle sagome e’ il colore: da un lato, una sagoma rossa che indossa la mascherina e con gli occhi che richiamano i colori dell’arcobaleno, dall’altra parte una sagoma nera senza mascherina con gli occhi persi nel vuoto.

Chiaro il messaggio, spiega Aiello: «se rispetto le regole posso raggiungere quella situazione di tranquillita’ che viene espressa dai colori; se, invece, non rispetto le regole il mio e’ uno sguardo perso nel vuoto. Ci troviamo di fronte ad un bivio: dobbiamo scegliere la luce o il buio?».

Al riguardo e’ stato anche prodotto un video esplicativo al quale ha dato il suo contributo anche Raffaele Grasso, gia’ primario del reparto di otorinolaringoiatria dell’ospedale di Lamezia Terme, che ricorda che il Covid 19 e’ «un virus influenzale che, pero’, rispetto agli altri virus ha un indice di letalita’ maggiore. Colpisce e crea danni irreparabili tra i piu’fragili. Ecco perche’ e’ importante rispettare alcuni semplici accorgimenti ma vitali: evitare assembramenti, indossare la mascherina, lavare sempre le mani».

Infine, e’ in programma un convegno, che sara’ svolto in modo interattivo, e che avra’ come ospite il virologo Giulio Sarro

Più informazioni su