Quantcast

D’Ippolito e Lucia vanno dal Prefetto per chiedere attenzione sul commissario bimestrale temporaneo

Il parlamentare 5Stelle ed il coordinatore del Pd lametino palesano collaborazione

«Con Franco Lucia, coordinatore del Pd lametino, abbiamo incontrato il prefetto di Catanzaro, Maria Teresa Cucinotta, cui abbiamo chiesto particolare attenzione nella nomina del commissario che guiderà il Comune di Lamezia Terme in questa fase, anche alla luce dei passati scioglimenti per infiltrazioni e di quanto accaduto nella precedente gestione straordinaria dell’ente. Abbiamo quindi condiviso l’esigenza di salvaguardare, con spirito di viva collaborazione, la vita democratica della comunità locale e il corretto funzionamento degli uffici comunali». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Giuseppe d’Ippolito, parlando della nomina attesa sul commissario ancora non nominato che dovrà guidare via Perugini per massimo 2 mesi fino alla ripetizione del voto in 4 sezioni.

«Al prefetto – spiegano il parlamentare M5S e il dirigente dem Lucia – abbiamo assicurato la nostra piena collaborazione nei confronti del futuro commissario del Comune, come dovere che sentiamo forte, apprezzato dal nostro interlocutore. Intanto, da esponenti politici delle forze di governo nazionale abbiamo già avviato un dialogo concreto per aprire un confronto costruttivo insieme alle espressioni sane della politica e della società civile, finalizzato a definire un progetto politico di cambiamento reale per le prossime elezioni comunali lametine».

«Siamo convinti – concludono D’Ippolito e Lucia – che per un Comune importante e strategico come Lamezia Terme sia giunto il momento di superare ogni pregiudizio, di aggregare le migliori intelligenze e coscienze per restituire la città ai suoi cittadini, così superando la lunga, buia parentesi di oscurantismo e cattiva amministrazione segnata dalla vicenda politica di Paolo Mascaro e della sua maggioranza».

Se non fosse che entro 60 giorni si voterà solo in 4 sezioni, sempre con gli stessi candidati del 2019, e verosimilmente il sindaco tornerà ad essere Paolo Mascaro, a meno di altre sentenze in arrivo da parte della Cassazione sull’incandidabilità del primo cittadino.