Richiesta al Comune di Lamezia Terme di costituirsi parte civile in Waste Water sollecitata da più fronti

Di tale parere sono Giancarlo Nicotera, Giuseppe Gigliotti e Franco Lucia sulla scia delle azioni annunciate

Commentando l’operazione “Waste Water”, Giancarlo Nicotera, già Presidente della Commissione Consiliare Ambiente del Comune di Lamezia Terme, reputa che «la salvaguardia della salute della collettività va di concerto con la tutela di un’economia sana ed importantissima, come quella turistica, che a causa di reiterate azioni illegali, rischiano di rimanere compromesse, anche per tanto tempo».

Il legale lametino invita così l’amministrazione comunale a costituirsi parte civile nel processo che si dovrà tenere, sostenendo che «anche alla luce di pacifica giurisprudenza sul tema che l’ha ritenuta ammissibile (Corte di Cassazione n. 2780 del 14.02.2019; Cass. Pen. 34366/2017; Cass. Pen. 10499/2016; Cass. Pen. 24619/2014), occorre continuare in quella azione intrapresa dal Comune di Lamezia Terme, che lo vede costituirsi nei significativi processi penali che vengono instaurati anche per le ipotesi di accusa di reati ambientali perpetrati sul nostro territorio».

Tale ipotesi veniva sostenuta anche da Giuseppe Gigliotti, vicepresidente regionale di Italia Nostra Calabria, e dal coordinatore cittadino PD, Franco Lucia, sulla scia di quanto già annunciato da Legambiente e Wwf