Quantcast

Abbandono di rifiuti abusivo e gestione del verde pubblico lamentele locali perduranti

Associazione Capizzaglie e Mariano La Scala di Forza Italia nello stesso giorno tornano a lamentare problemi

Il mancato rispetto del decoro urbano da parte di una fetta di cittadinanza, ed il richiamo alle proprie responsabilità sugli enti pubblici, rimangono un tema di costante attualità nel dibattito lametino.

Da un lato l’associazione dei residenti del quartiere Capizzaglie lamenta che «in via Henry Dunant qualcuno ha abbandonato dei rifiuti urbani e ingombranti difronte la scuola Mancuso e Tripodi, anziché fare la raccolta differenziata o recarsi all’apposita isola ecologica per depositare gli ingombranti. Questi materiali e rifiuti si trovano lì da più giorni, dando vita così ad un triste spettacolo nel quartiere Capizzaglie. Ci aspettiamo che la società addetta alla raccolta dei rifiuti intervenga a bonificare la zona denunciata e chiederemo alla polizia municipale di Lamezia Terme di installare le foto trappole per pescare questi incivili».

Dall’altro Mariano La Scala, membro direttivo Forza Italia Lamezia Terme, in questa fase di pre campagna elettorale cittadina torna a lamentare la gestione del verde pubblico, sostenendo che «se a Lamezia non fossero state presenti le tante associazioni che si sono messe a disposizione del proprio territorio, la nostra città sarebbe sprofondata nel baratro più totale», reputando che «non sembra difficile adoperare i dipendenti già presenti alla cura del verde, che non siano solo i parchi urbani ma anche le tante piazzole a bordo strada che straripano di sterpaglie e non vengono curate da anni», e nello stesso comunicato a sostenere che «un’amministrazione seria deve affrontare in modo quotidiano le problematiche del verde pubblico e non solo quando il problema diventa emergenza, è necessario che le opere di ripristino dei parchi e di tutto il verde pubblico siano frutto di un programma che possa garantire ai cittadini lametini una miglioria dello stile di vita, massimizzando i benefici ambientali e minimizzando i rischi».

Ambito che però è già esistente sulla carta, essendo stata affidata la gestione triennale dei parchi alla Malgrado Tutto, in atto un contratto biennale con la Sicilville per determinati aspetti della manutenzione del verde in scadenza in estate, con i 60 soggetti ex percettori di mobilità in deroga piccoli interventi di manutenzione, ed altri compiti che sarebbero nella gestione della Lamezia Multiservizi, visto che in via Perugini non esiste personale sufficiente e tecnici specializzati nel settore della manutenzione del verde.