Quantcast

La Filt-Cgil propone a Sacal di attivare le 12 settimane di cassa integrazione per Covid19 già decisa dal governo

Il 21 aprile scade il primo anno della Cassa integrazione straordinaria utilizzata per i lavoratori

Più informazioni su

Il 21 aprile scade il primo anno della Cassa integrazione straordinaria utilizzata per i lavoratori della Sacal, con la Filt-Cgil Calabria a chiedere che la Società attivi il tavolo di trattativa previsto dalla legge per discutere sul prosieguo degli ammortizzatori sociali.

La Filt-Cgil propone la sospensione della suddetta procedura di cassa straordinaria per attivare 12 settimane di cassa integrazione per Covid19 già decisa dal governo e concordata a livello nazionale in altri aeroporti. Questo consentirebbe di arrivare fino al mese di giugno con copertura salariale, in attesa che il Governo Draghi decreti altre 26 settimane di cassa Covid dal prossimo primo luglio, decisione che di fatto era già stata assunta ma ancora non decretata dal precedente governo Conte.

La Cassa Covid prevede, tra l’altro, il mantenimento del Fondo di solidarietà del trasporto aereo che è una ulteriore copertura salariale a favore dei lavoratori.

“Questa proposta rappresenta un vantaggio per i lavoratori per il semplice motivo che, considerato il perdurare della pandemia che limita la ripresa del traffico aereo, garantisce la salvaguardia salariale ed i livelli occupazionali nei tre scali calabresi, consentendo anche all’Azienda di riattivare la cassa straordinaria per ulteriori 12 mesi qualora le difficoltà del trasporto aereo dovessero prolungarsi” conclude il sindacato.

Più informazioni su