Quantcast

Anche Milena Liotta sollecita l’Asp per fornire locali adeguati ai medici di famiglia per vaccinare gli assistiti

Si sposano le denunce di Francesco Grandinetti

Più informazioni su

«Condivido appieno la denuncia fatta da Francesco Grandinetti, in merito alla vicenda della somministrazione parziale dei vaccini agli over 80 e alle categorie più fragili», dichiara Milena Liotta, commissaria PSI Lametino. «la responsabilità della Regione è nella sua totale disorganizzazione sul piano sanitario, tant’e’ che ha autorizzato solo alcuni settori della medicina territoriale-opportunamente organizzati- all’erogazione dei vaccini e non ha esteso, attraverso l’individuazione dei locali e il rilascio delle necessarie credenziali, la possibilità di somministrazione da parte di tutti i medici di base».

In realtà la responsabilità è dei dipartimenti di prevenzione dell’Asp, e la stessa Liotta appoggiando la denuncia di Grandinetti si appella «agli organi competenti perché provvedano celermente a individuare locali attrezzati per consentire a tutti i medici di famiglia, compresi quelli non aderenti alle UCCP, che si sono dichiarati disponibili ad effettuare i vaccini agli anziani loro assistiti, nel più breve tempo possibile e all’Asp di fornire le necessarie credenziali».

Si lamenta che «bisogna prendere atto che non è bastata una pandemia di portata mondiale a modificare l’atteggiamento della classe politica calabrese», anche se tanto il settore regionale che quello provinciale sono commissariati.

Più informazioni su