Quantcast

Siglato il protocollo d’intesa per la nomina del “Curatore speciale del minore”

Per rendere esecutivo il protocollo è stato predisposto dalla stessa Camera Minorile il “I corso di formazione per Curatore speciale del minore”

Più informazioni su

Un importante traguardo è stato raggiunto ieri al Tribunale di Lamezia Terme dove è stato siglato un Protocollo d’intesa per la nomina del “Curatore speciale del minore” nei casi de potestate o di gravi conflitti genitoriali che permetterà, ai soggetti aderenti, di attingere dall’istituendo relativo elenco che verrà predisposto dalla Camera Minorile e tenuto presso l’Ordine degli Avvocati di Lamezia Terme in cui confluiranno professionisti con solida formazione professionale in un ambito, quello minorile, estremamente delicato e che richiede specifiche competenze.

Per rendere esecutivo il protocollo è stato predisposto dalla stessa Camera Minorile il “I corso di formazione per Curatore speciale del minore” che ha visto la partecipazione di avvocati dell’intera penisola oltre a quelli dei Foro lametino alcuni dei quali, su richiesta, verranno inseriti nell’elenco in presenza del duplice requisito previsto dal protocollo: attestato della formazione specifica ed iscrizione all’Albo degli Avvocati da almeno 6 anni; professionisti che avranno il compito di occuparsi del minore tenendo in considerazione soltanto “the best interest of the child”.

Hanno sottoscritto Il Protocollo Maria Di Terlizzi Presidente della Camera Minorile di Lamezia Terme “Stefano Marasco”;  Dina Marasco Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lamezia Terme;  Teresa Chiodo Presidente del Tribunale per i Minorenni di Catanzaro; Emma Sonni Presidente facente funzioni presso il Tribunale di Lamezia Terme;  Salvatore Curcio Procuratore capo della Procura della Repubblica di Lamezia Terme; Alessandra Ruberto Procuratore della Repubblica presso la Procura Minorile di Catanzaro; Beniamino Calabrese per la Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catanzaro; Domenico Introcaso per la Corte d’Appello di Catanzaro; Pasquale Pupo, Segretario generale e Dirigente settore servizi alle persone per il Comune di Lamezia Terme i quali hanno, da subito, manifestato grande sensibilità nel cooperare per la gestione comune tra tutti i Soggetti che, a diverso titolo, gravitano intorno al minore.

Parole di ringraziamento sono state rivolte dalla Presidente della Camera Minorile alla sua Vice Presidente Caterina Berlingieri per aver predisposto e coordinato il gruppo di lavoro per la stesura del Protocollo che, ad oggi, rappresenta uno dei pochi esempi di Protocollo presenti sull’intero territorio nazionale.

Il traguardo, oggi, raggiunto è soltanto l’inizio di un percorso ancora lungo ma necessario per occuparsi con competenza di minori in situazioni particolarmente delicate ma esso è, altresì, un vanto per essere stata la Camera minorile lametina tra le prime ad organizzare un corso di formazione per Curatore speciale del minore e, grazie alla oramai consolidata collaborazione tra Magistratura ed Avvocatura Lametino/Catanzarese, a predisporre un Protocollo, certamente, di grande aiuto per tutti i soggetti cooperanti.

Più informazioni su