Quantcast

Il Nuovo Cdu imputa alla Regione l’attenzione per Lamezia Terme in tema rifiuti ma non in quello sanitario

Aspetti che riguardano l'azienda sanitaria provinciale che fino a settembre sarà guidata da una terna commissariale

Se nell’ordinanza regionale del 12 aprile si parla della continuità dei conferimenti nelle discariche di Lamezia Terme e di San Giovanni in Fiore, il coordinatore cittadino ed il presidente cittadino del Nuovo Cdu, Giancarlo e Giuseppe Muraca, reputano che «Lamezia può essere il centro di raccolta della spazzatura di tutta la Calabria», imputando a Spirlì le mancanze della sanità lametina, che però è di competenza dei commissari dell’Asp e del settore regionale.

«Mancanza di medici, strutture vuote senza essere considerate, chiusura di reparti, mancanza di vaccini, tamponi e di “sanità” a Lamezia sono argomenti che la popolazione, le associazioni e in tanti comunicano giornalmente e, purtroppo, dalla Regione nessuno si è dimostrato così celere ed efficace come invece è stato fatto per il concentramento della spazzatura a Lamezia», lamentano i due Muraca imputando alla Regione aspetti che riguardano l’azienda sanitaria provinciale che fino a settembre sarà guidata da una terna commissariale per lo scioglimento dopo un’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto l’ospedale lametino.

«Sullo stoccaggio dei rifiuti in Calabria si dovrebbe fare un discorso molto più ampio e sicuramente, programmandolo a lungo termine, si potrebbe risolvere gran parte di questo problema. Non è possibile che Lamezia sia la pattumiera della Calabria perché gli altri territori non hanno programmato in tempo. Le discariche devono rispondere ad una esigenza locale o territoriale e non regionale o addirittura nazionale come è avvenuto già in passato quando sono arrivati rifiuti anche dalla Campania» contestano gli esponenti del Nuovo Cdu, anche se l’ordinanza stessa regionale rimarca come gli ultimi interventi sulla seconda vasca discarica di località Stretto siano stati finanziati dalla Regione nell’ottica della comunità di ambito territoriale che è provinciale.