Quantcast

“A questo punto auguro ogni bene alla mia città, che ne ha veramente bisogno”

Silvio Zizza commenta i pronunciamenti di Tar e Consiglio di Stato che non hanno accolto la richiesta 5 Stelle di annullare le elezioni del 2019

Più informazioni su

Anche Silvio Zizza, dopo i pronunciamenti di Tar e Consiglio di Stato che non hanno accolto la richiesta 5 Stelle di annullare le elezioni del 2019, commenta l’esito degli organi di giustizia sostenendo in merito alle sentenze che «non le condivido affatto, ma che le rispetto e quindi ne prendo atto e questo è quanto».

Il candidato pentastellato sottolinea come il 30 Settembre 2020 nella sua relazione, la Prefettura dichiarava che «si da atto in questa sede che quasi ogni incongruenza, errore o vizio dedotto nei ricorsi introduttivi (dei ricorrenti), ha trovato riscontro nell’esame dei verbali e, ove si sia proceduto in tal senso, nel riconteggio delle schede», aspetto che non andava molto oltre al lavoro fatto in Tribunale, dove nessun rappresentante dei 5 stelle era presente, dalla commissioni elettorale che aveva analizzato i verbali delle operazioni di voto (l’apertura dei plichi con le schede non poteva avvenire in quella sede).

«Ringrazio l’avvocato Pitaro e l’avvocato Liperoti che hanno “sposato” questa battaglia per la legalità e la verità», conclude Zizza, «nonché, il M5S con i suoi parlamentari e attivisti e tutti coloro che mi hanno sostenuto pubblicamente e privatamente», anche perché il costo del ricorso è stato sostenuto proprio dai parlamentari calabresi pentastellati.

«Ringrazio anche coloro che invece mi hanno offeso, infangato e deriso sui social e non solo, e a questo punto, auguro ogni bene alla mia città, che ne ha veramente bisogno», glissa l’ex candidato a sindaco, anche se le conseguenze del doppio ricorso è un’amministrazione commissariata da dicembre.

Più informazioni su