Quantcast

“Abbiamo formato una grande squadra, e io sarò il suo coach”

Amalia Bruni ha aperto la campagna elettorale del centrosinistra sul lungomare di Lamezia

Più informazioni su

È un’Amalia Bruni caricata e sempre più convinta nel ruolo, che rivendica con tempismo e sintonia, di “coach” di una coalizione che reputa una “bella squadra” già larga ma che vuole ancora ampliare verso “frange” di centrosinistra che nel tempo si sono allontanate o rintanate nella disillusione. Sul lungomare di Lamezia Terme, in una serata in cui l’afa sembra concedere una pausa, Bruni apre la campagna elettorale davanti a una platea numerosa per quanto possa esserlo nel rispetto delle norme covid. C’è molta politica, naturalmente, molto stato maggiore dem, in testa il commissario Stefano Graziano e la capogruppo al Senato Simona Malpezzi. Una breve introduzione della candidata presidente prima dei brevi messaggi di sostegno che le portano i rappresentanti dei partiti e dei movimenti che fanno la coalizione: Vincenzo Cerullo Animalisti, Carlo Piroso Repubblicani Europei,  Orlando Amodeo Verdi europei, Francesca D’Ambra Partito socialista, Antonio Ferrazzo Centro Democratico, Alex Tripodi Articolo Uno, Domenico Consoli Io Resto in Calabria, Carlo Tansi Tesoro Calabria (che si autodefinisce ‘un grandissimo rompiscatole’).

Amalia Bruni ha chiesto a tutti loro di darle suggerimenti utili al codice etico che ha preparato e “che prevede azioni forti per respingere persone che non sono degne di stare nella società e ancora di più in una coalizione politica nella quale la politica sia servizio agli altri e non a se stessi. Il codice etico prevede un forte rinnovamento, il che significa che tra qualche giorno sarà in rete e di cui i partiti devono tenere conto, perché senza di esso non ci sarà il rinnovamento, ma non ci sarà nemmeno Amalia Bruni. Da sempre ho detto che in questa coalizione guido io, sono io a dare l’ultima parola sulle liste, anche dei singoli partiti, e di cui mi assumo la responsabilità perché sono io che ci sto mettendo la faccia, la mia storia, la mia professionalità”. 

La candidata prediente si sta rendendo conto che i calabresi la seguono in questo discorso, “hanno colto la novità di questo passaggio, di una persona che ha lavorato gratuitamente in questa terra, che qui ha buttato il sangue, che ha costruito e non si è limitata a promettere di costruire, con questa capacità che ha di integrare le persone, di collocarle al posto gusto, di amalgamarle. Immagino di dare a questa terra la speranza di ripartire, con tutte le persone che ci credono e vogliono risposte.

Ma le risposte ci possono essere solo se chi chiede ha una storia, una modalità di lavorare che le ha fornito credibilità, onestà intellettuale che non è soltanto intellettuale, ma si proietta nelle cose concrete, che in Calabria sono tante e anche da affrontare con urgenza”.

Generico agosto 2021

Ad arricchire la serata anche esponenti nazionali. Oltre a Simona Malpezzi (“è una candidatura bellissima, che racconta una faccia nuova della Calabria e che conferma ancora il grande ruolo delle donne in questo frangente difficilissimo per il Paese, parlando una lingua particolare che è quella della competenza, della scienza, della ricerca, della salute”), Mara Lapia presidente del gruppo politico del Centro democratico alla Camera (“Un gesto di grande sciatteria del centrodestra non candidare una donna quando una donna è venuta a mancare”), Massimo Misiti deputato del Movimento 5Stelle (“Porgo ad Amalia Bruni il saluto di tutta la delegazione del Movimento 5Stelle e del nostro leader Giuseppe Conte che presto verrà a conoscerti”)

Generico agosto 2021

Stefano Graziano, il commissario, è forse al momento che ha più atteso: “Vivo una grande emozione, in questa città che è quella di Amalia Bruni, davanti a una piazza in cui sento molta passione. Il centrosinistra ha vissuto momenti difficili. Quando è venuta l’idea di Amalia, alla prima telefonata ha detto di no. Le abbiamo chiesto di riflettere per qualche giorno. Ci ha colpito il segno di turbamento che l’ha colpita. ‘Sogna l’impossibile, ha detto Eraclito, e l’impossibile accadrà’. Sogniamo anche noi l’impossibile, e Amalia Bruni sarà il sogno che si avvera, presidente della Regione Calabria”.
  

Generico agosto 2021

 

Più informazioni su