Quantcast

Piccioni sollecita la terna commissariale prossima ai saluti sul bando dei centri estivi deliberato ma non emanato

Si è fermi alla delibera della terna commissariale di metà agosto, nella città della piana inviati 211.934,23 euro per centri da effettuarsi entro fine anno

Più informazioni su

Rosario Piccioni di Lamezia Bene Comune rimarca come «dopo oltre un mese dall’atto di indirizzo disposto dalla commissione straordinaria, tutto è fermo: non ci sono linee guida, non ci sono bandi, non ci sono informazioni per le associazioni che vorrebbero partecipare e che hanno già presentato progetti. Sappiamo che una realtà del terzo settore che aveva predisposto un progetto itinerante per bambini e ragazzi autistici, con tante iniziative in programma fino alla fine dell’anno, ad oggi non ha avuto alcuna risposta su come poter accedere ai contributi previsti. Senza la possibilità di accedere al finanziamento, le attività per i bambini e i ragazzi andrebbero a gravare completamente sulle famiglie, un fatto inconcepibile visto che sono stati stanziati fondo ad hoc da parte del Governo».

Atto di indirizzo dalla terna commissariale per un contributo a rimborso di progetti ludicoricreativi, educativi e formativi

Si è fermi alla delibera della terna commissariale di metà agosto, con per il potenziamento dei centri estivi, dei servizi socio-educativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività dei minori (0-17 anni), nella città della piana inviati 211.934,23 euro per centri da effettuarsi nel periodo tra l’1 giugno ed il 31 dicembre.

«Già nel mese di luglio abbiamo chiesto pubblicamente alla commissione straordinaria di attivarsi al più presto, convocando le diverse realtà del mondo dell’associazionismo e del terzo settore, per valutare insieme come utilizzare nel modo più efficace le risorse assegnate dal governo», ricorda Piccioni, «i fondi destinati al nostro Comune andranno persi privando la nostra città di un’occasione importante soprattutto per i nostri bambini e i nostri ragazzi che, dopo due anni di privazioni e sacrifici, hanno diritto a poter vivere esperienze di socializzazione e divertimento».

Il problema anche in questo caso riguarda però la dotazione organica del Comune, mentre Piccioni sollecita la terna commissariale che tra circa una settimana lascerà via Perugini.

Più informazioni su