Quantcast

“Dormitorio opera dell’amore che mette in pratica il vangelo. Ospitando i poveri ospitiamo Gesù stesso” foto

Ha riaperto oggi, alla presenza del Cardinale Konrad Krajewski Elemosiniere del Papa, il dormitorio “Querce di Mamre” in Via Minerva.

Più informazioni su

Ha riaperto oggi, alla presenza del Cardinale Konrad Krajewski Elemosiniere del Papa, del vescovo Giuseppe Schillaci e del direttore della Caritas Diocesana don Fabio Stanizzo, il dormitorio “Querce di Mamre” in Via Minerva.

Progetto nato nel 2014 in dei locali affidati dal Comune di Lamezia Terme alla Caritas Diocesana, sospeso temporaneamente nel 2020 per scadenza del contratto di locazione con il Comune e per l’esigenza di effettuare lavori di manutenzione, le “Querce di Mamre”, il cui nome richiama gli alberi sotto i quali Abramo accolse i pellegrini e attraverso di loro incontrò il Signore, darà ospitalità fino a 14 posti letto, aumentabili fino a 25 all’occorrenza, per uomini senza tetto cercando di offrire anche un pasto caldo la sera.

All’esterno, in un giardino, sono state posizionate due casette in legno che, considerata l’emergenza sanitaria dovuta al Covid, all’occorrenza, potranno essere utilizzate anche per eventuali necessità di quarantena.

Nel corso della mattinata il cardinale, che ha lasciato dei doni per conto di Papa Francesco, ha poi visitato le strutture della Caritas presenti sul territorio, tra cui i nuovi locali del centro interparrocchiale San Benedetto e la mensa ospitata nella parrocchia della Pietà.

Un dormitorio importante in una zona che è porta di ingresso nel territorio lametino, un luogo di riparo per tante persone in situazione di estrema difficoltà economica ed emergenza abitativa, che in questi anni hanno trovato nei volontari e negli operatori della Caritas Diocesana persone capaci di “farsi prossimo” sul modello del Buon Samaritano.

La riqualificazione dello stabile, su forte impulso del Vescovo Schillaci, è stata realizzata grazie ai fondi dell’ 8×1000 e Caritas Italiana, come segno concreto sul territorio di un’opera che sarà ancor più sicura e accogliente per quanti busseranno alla porta. Il dormitorio, dal 2014 al 2020, ha accolto circa 1000 persone senza fissa dimora.

Krajewski ha consegnato dei doni da parte del Papa per il dormitorio, ricordando come la giornata ricada a 10 anni dalla visita a Lamezia Terme di Papa Benedetto, che però poco o nulla di tangibile ha lasciato ed un’area che doveva essere per grandi eventi ed invece ospita solo le esercitazioni del reggimento Sirio.

Il cardinale rimarca come l’apertura del nuovo punto di accoglienza sia «opera dell’amore che mette in pratica il vangelo. Ospitando i poveri ospitiamo Gesù stesso», messaggio che arriva per altro in un momento storico in cui 12 paesi europei propongono di alzare muri ed altri limiti all’accoglienza.

A Lameza Terme si esalta invece la collaborazione tra Comune, Diocesi, comunità locale, Procura, enti ed organizzazioni rappresentate a vario titolo nella cerimonia di questa mattina.

Più informazioni su