Quantcast

Il ricordo della politica per la scomparsa di Costantino Fittante

Politico di lungo corso della sinistra lametina.

Più informazioni su

E’ deceduto ieri dopo un lungo periodo di malattia Costantino Fittante, politico di lungo corso della sinistra lametina, con l’ultimo saluto fissato per oggi alle 15.30 in Cattedrale.

Il Movimento Lamezia Bene Comune lo ricorda come «un punto di riferimento imprescindibile della nostra comunità umana e politica, uno dei simboli della storia della sinistra lametina e calabrese, un baluardo dell’impegno civile che in questi anni, fino alla fine, davvero fino all’ultimo respiro e con le ultime forze rimaste, non ha smesso di lottare per una Calabria giusta e libero, dove venissero realmente garantiti i diritti costituzionali».

Si annuncia che «avremo modi e occasioni di raccontare Costantino, la sua umanità, la sua passione politica fiera e combattente fino alla fine. Oggi il nostro movimento lo ringrazia per il cammino fatto insieme in questi anni, per essere stato capace di unire le generazioni nel nome della buona politica e delle battaglie civile e democratiche che porteremo avanti. Soprattutto resterà con noi la sua intransigenza sulla legalità e l’etica, sul contrasto ad ogni mafia e mafiosità, valori rispetto ai quali non accettava il minimo compromesso o cedimento: per Costantino la ‘ndrangheta era il primo e principale nemico della Calabria e della democrazia e combatterlo il primo dovere morale di ogni cittadino, comunità politica, rappresentanza istituzionale. Oggi ci stringiamo attorno alla moglie, alle figlie e ai figli, alla sua famiglia tutta con la gratitudine di una comunità che continuerà ad attingere agli insegnamenti e all’esempio di un padre e un fratello».

Domenico Furgiuele, parlamentare della Lega Salvini Premier, parla di «un faro di etica e di coerenza politica che ha saputo mettere il suo enorme bagaglio di esperienza istituzionale a disposizione di tutti, ma proprio tutti i cittadini, in maniera particolare di quelle giovani generazioni cui seppe stare vicino fino all’ultimo».

Per il deputato «la lezione morale, e politica al tempo stesso, di Fittante si inserisce a pieno titolo nel patrimonio culturale della nostra città perché profuma di quei valori che dovrebbero ispirare l’agire di ogni forza politica. Ai suoi cari, ai suoi amici giungano i sensi della mia sincera vicinanza».

Il Partito Democrato lametino reputa che «con Lui scompare una figura che ha segnato un pezzo di storia di Lamezia e della Calabria. Leggi e provvedimenti di governo portano la sua firma, iniziative legislative nazionali e nella Commissione Parlamentare Antimafia. Costantino accompagnava al rigore politico la capacità di ascoltare e indirizzare il suo popolo, i suoi elettori nelle battaglie per l’emancipazione e lo sviluppo della Calabria. Sapeva mantenere nella sua azione politica quella lungimiranza che evitava inutili contrapposizioni ideologiche per trovare soluzioni positive ai problemi».

Si sostiene che «anche negli ultimi mesi, pur in presenza di una patologia che lo tormentava, non smetteva di scrivere di elaborare e sentire amici e compagni coi quali avvertiva ancora il dovere di esprimere ricordi, consigli e indirizzi di impegno. Addio caro Costantino rimarrai presente nei nostri cuori e più di ogni altra cosa rimarrà vivo il tuo insegnamento, la tua sana ostinazione che ti portava sempre a dare concretezza all’azione riformatrice, all’approfondimento delle analisi e alla soluzione dei problemi del governo democratico e agli interessi del popolo calabrese. Rimarrà sempre d’esempio per le generazioni che ti seguiranno quel sentimento di affetto e di dovere che ti ha legato negli anni alla comunità che hai così meritoriamente rappresentato».

Per il Partito della Rifondazione Comunista di Lamezia Terme «la scomparsa di Costantino Fittante genera, in tutti noi che lo abbiamo conosciuto, un forte cordoglio. Con lui se ne va una stagione fatta di coerenza e competenza, un uomo che all’interno della politica cittadina, regionale e nazionale ha sempre mantenuto vivo il suo impegno nelle lotte in difesa dei valori storicamente cari alla sinistra».

Si sostiene che «La sua storia, il suo essere comunista e anche insegnante non è mai venuto meno dove c’era da contribuire alla difesa o alla crescita della gente comune. Con la sua associazione ha portato all’attenzione della città temi importanti per approfondire e dare strumenti di discussione ad una politica sempre più povera di contenuti. Il nostro rapporto, a volte polemico e conflittuale, è stato però sempre caratterizzato da profonda stima e riconoscimento reciproco».

Cordoglio per la scomparsa è stato espresso dal deputato di Fratelli d’Italia Wanda Ferro. “Ho avuto il privilegio di un rapporto di stima e amicizia con l’on. Fittante – dice la Ferro –  una personalità di elevato spessore umano, culturale e politico,  di cui ho sempre ammirato la signorilità,  la coerenza, la grande esperienza istituzionale e la passione che dedicava ai temi della giustizia sociale e della legalità. Abbiamo spesso collaborato, al di là delle appartenenze politiche, su questioni di interesse per la comunità, delle quali mi ha interessato per il mio ruolo. Rivolgo la mia vicinanza ai suoi cari”.

Giancarlo Nicotera, Presidente del Consiglio Comunale di Lamezia Terme: “facendo miei i sentimenti dei Colleghi Consiglieri Comunali, formulo le più sentite condoglianze ai familiari dell’On. Costantino Fittante, uomo coerente, animato, sempre e sino all’ultimo istante, dalla passione politica tesa alla tutela della legalità e dei bisogni collettivi, ad iniziare da quelli senza voce”.

A nome dell’Amministrazione comunale di Lamezia Terme, il sindaco Paolo Mascaro esprime «profondo cordoglio per la scomparsa di Costantino Fittante, illuminato uomo che ha concluso il suo cammino terreno lasciando, però, indelebile traccia di sé e di un operato che, in ogni istante, ha inteso affermare i più autentici valori democratici e la grande attenzione verso i più fragili ed i più deboli. Oggi la Comunità lametina non può non ricordare un uomo di profondo spessore culturale che ha saputo coniugare all’amore per il territorio la passione dell’ideale politico impregnato di entusiasmo e coerenza».

Per il primo cittadino «Costantino Fittante ha rappresentato negli anni un esempio concreto di fedeltà all’ideale della polis, capace di trasmettere quel necessario spirito battagliero che si lega naturalmente alla rivoluzione degli usi e dei costumi. Già sindaco di Sant’Eufemia Lamezia nonché consigliere regionale e parlamentare, si è sempre distinto sulla scena politica per il suo impegno nel sociale, portando avanti importanti lotte contro il malaffare ed a difesa dei più bisognosi».

Si sostiene che «le fasce deboli della popolazione hanno sempre trovato in lui sostegno ed un alleato pronto ad alzare la voce per tutelare i diritti di ognuno ed abbattere così il muro dell’indifferenza. Se pur enorme sarà il vuoto che oggi tutti percepiamo, universale sarà il ricordo di Costantino Fittante quale politico lungimirante ma prima di tutto quale uomo integro ed onesto. Alla sua famiglia rivolgo un pensiero di vicinanza a nome dell’intera collettività lametina certo che indelebili resteranno i suoi insegnamenti».

Più informazioni su