Quantcast

“Grave carenza di dirigenti e agenti nei presìdi della Polizia di Stato del territorio lametino”

Della carenza di personale per il commissariato lametino si torna ad occupare anche il parlamentare Giuseppe D'Ippolito.

Più informazioni su

Dopo la manifestazione sindacale tenuta davanti la stazione di Lamezia Terme, della carenza di personale per il commissariato lametino si torna ad occupare anche il parlamentare Giuseppe D’Ippolito.

Il pentastellato annuncia che «con apposita nota, ho chiesto alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, soluzioni tempestive rispetto alla grave carenza di dirigenti e agenti nei presìdi della Polizia di Stato del territorio lametino. In particolare, ho segnalato pesanti carenze di organico nell’Ufficio di Polizia Di Frontiera di Lamezia Terme, nell’Ufficio della Polizia Ferroviaria e nell’Ufficio di Polizia Stradale».

Secondo il deputato «è necessario e urgente l’intervento della ministra, specie alla luce della risaputa presenza di cosche e microcriminalità nel territorio di Lamezia Terme, di fenomeni corruttivi e collusivi, nonché di infiltrazioni criminali nelle istituzioni, che per ben tre volte hanno portato allo scioglimento del Consiglio comunale cittadino. Lamezia Terme merita risposte immediate, anche perché è la quarta città della Calabria per numero di abitanti ed estensione territoriale; è sede di aeroporto internazionale, della principale stazione ferroviaria calabrese e di uno svincolo autostradale di primaria importanza».

«Ancora, Lamezia Terme – ha scritto D’Ippolito alla ministra Lamorgese – ha la zona industriale più vasta del Meridione; accoglie al proprio interno il campo rom più grande della regione; è crocevia di numerosi traffici illeciti ed è sede dell’aula bunker in cui si sta svolgendo il maxiprocesso alla ndrangheta».

Più informazioni su