Quantcast

“La messa in sicurezza di via dei Bizantini a Lamezia Terme è questione prioritaria e indifferibile”

Al netto delle competenze tra Provincia e Comune, postazioni di autovelox mobili da parte della polizia locale sono state già effettuate nel tempo, come improbabile sia la possibilità di uno spartitraffico.

Più informazioni su

“La messa in sicurezza di via dei Bizantini a Lamezia Terme è questione prioritaria e indifferibile”. E’ quanto afferma Vincenzo Cutrì, presidente dell’associazione “Uniti per Fronti e per Lamezia” e già consigliere comunale di Lamezia Terme in tre diverse legislature.

“La sicurezza, stradale e dei cittadini, dovrebbe entrare a pieno titolo – spiega Cutrì – nelle politiche di governo di un territorio. In Via dei Bizantini, essendo una delle principali arterie di ingresso in città, quotidianamente transitano automobilisti che si spingono oltre i limiti di velocità consentiti e con frequenza assistiamo ad incidenti che mettono in serio pericolo l’incolumità delle persone”.

“Penso sia irragionevole – prosegue Cutrì – attendere che si verifichi una tragedia prima di intervenire con misure mirate ad eliminare i rischi per automobilisti e cittadini. A tale proposito, mi rivolgo – continua Vincenzo Cutrì – alla classe dirigente e alle istituzioni competenti affinché stabiliscano come e quando intervenire, possibilmente in maniera celere. Anni fa dei provvedimenti furono presi per Via del Progresso, luogo in cui si verificavano parecchi sinistri, attenuando i rischi per cittadini e automobilisti e dando, così, una risposta al problema. Non sta a me dire se un sistema di autovelox o uno spartitraffico destinato a separare le carreggiate sia la soluzione migliore, ma una cosa sento il dovere di dire: occorre intervenire con urgenza. Penso che una vita umana valga più di ogni altra considerazione”.

Se non fosse che, al netto delle competenze tra Provincia e Comune, postazioni di autovelox mobili da parte della polizia locale sono state già effettuate nel tempo, come improbabile sia la possibilità di uno spartitraffico.

Più informazioni su