Quantcast

Giornata in Regione per il deputato Domenico Furgiuele per consegnare un dossier sul campo rom di Scordovillo

Nessun accenno in questo caso ai 500.000 euro destinati dal Ministero dell'Interno e recentemente messi a progetto dalla giunta Mascaro

Più informazioni su

Giornata in Regione per il deputato Domenico Furgiuele, il quale ha prodotto un corposo dossier sul campo rom di Scordovillo consegnandolo anche al presidente Roberto Occhiuto affinché, in piena sinergia tra istituzioni, si possa attivare un percorso virtuoso e fornire così risposte al territorio.

«Quella del campo Rom, infatti, è una situazione che si trascina da decenni con tutte le conseguenze che ne derivano e per la quale è necessaria un’azione decisa affinché si provveda ad una bonifica ambientale, non più procrastinabile, dell’area garantendo un nuovo decoro alla zona e ascoltando le istanze che provengono numerose dalla comunità», spiega il parlamentare, «non solo una ricognizione sullo status quo, bensì l’occasione per ribadire il nostro impegno, sottolineato anche dal Governatore, verso un traguardo da tempo auspicato e sul quale la Lega sta lavorando a tutti i livelli istituzionali. Il campo Rom di Lamezia si pone tra i più grandi del Sud Italia ed è assolutamente necessario che venga attenzionato divenendo destinatario di interventi mirati ed integrati riguardanti sia il contrasto al degrado ambientale, considerando che insiste nelle vicinanze dell’ospedale, sia il ripristino della legalità».

Si reputa «altrettanto fondamentale operare per ridurre sensibilmente il disagio sociale, soprattutto per i minori ai quali va garantita una quotidianità dignitosa e appropriata per la loro età. Obiettivo che può essere raggiunto arginando l’esclusione sociale, l’emarginazione e i pregiudizi attraverso il diritto ad un alloggio adeguato, il diritto alla salute che rischia di essere fortemente compromesso e quello all’istruzione, spesso ostacolati dal vivere all’interno del campo».

Rimozione dei rifiuti ed installazione di un nuovo sistema di videosorveglianza attorno al campo rom

Nessun accenno in questo caso ai 500.000 euro destinati dal Ministero dell’Interno e recentemente messi a progetto dalla giunta Mascaro, che a settembre Furgiuele sosteneva «non rappresenta l’intervento risolutivo che auspichiamo, ma si tratta di un buon inizio per agevolare le operazioni di bonifica ambientale all’interno del campo rom»

Più informazioni su