Quantcast

L’assemblea cittadina del Partito Democratico di Lamezia Terme ha eletto i componenti del direttivo cittadino

A sua volta, l'assemblea, su proposta del neo segretario, ha eletto l'ingegnere Francesco Grandinetti a presidente dell'assemblea cittadina del Pd, Francesco Belvedere Tesoriere ed Emilio Vescio presidente del comitato di garanzia

Più informazioni su

L’assemblea cittadina del Partito Democratico di Lamezia Terme ha eletto i componenti del direttivo cittadino che si è riunito per gli adempimenti Statutari.

La presidente della commissione, Lidia Vescio, ha dato lettura degli esiti delle elezioni tenutasi il 22 febbraio scorso per l’elezione del segretario cittadino e del direttivo. In esito alle votazioni, ha proclamato eletto segretario cittadino l’avvocato Gennarino Masi nonchè i componenti del direttivo cittadino.

A sua volta, l’assemblea, su proposta del neo segretario, ha eletto l’ingegnere Francesco Grandinetti a presidente dell’assemblea cittadina del Pd, Francesco Belvedere Tesoriere ed Emilio Vescio presidente del comitato di garanzia. Il neo segretario cittadino, Masi, ha ribadito la necessità di «rafforzare la presenza del partito nelle periferie, ma va resa più incisiva l’azione ed il ruolo del partito nella città al fine di affermare politiche e programmi che abbiano il recupero dei valori della sinistra».

Sostenuta la necessità di «collocare al centro dell’azione politica il protagonismo dei circoli, ridando vigore e slancio alle forme di discussione ed elaborazione che nascono dal basso. Bisogna ripartire da ciò che ci unisce al fine di rilanciare e ricostruire un partito nuovo, rinnovato nella sua classe dirigente che sappia aprire un confronto costruttivo con le altre forze del centrosinistra e sappia costruire le basi per il rilancio vero dell’azione politica a Lamezia che può realizzarsi solo se si riesce a coinvolgere nuove forze sociali della città».

Il neo segretario si è rivolto anche ai giovani del Pd che «sono la speranze ed il futuro del partito  e cui la crescita va sostenuta». Infine ha ribadito che «la sfida per cambiare in meglio le condizioni di vita delle persone che rappresentiamo vale la pena di essere raccolta fino in fondo e richiede necessariamente l’unità del gruppo dirigente e la sua coesione sugli obiettivi da realizzare e lanciato un appello all’unità del gruppo dirigente».

Nel corso del dibattito sono intervenuti i consiglieri regionali Amalia Bruni, Raffaele Mammoliti ed Ernesto Alecci, il presidente dell’assemblea regionale Giusy Iemma, il consigliere comunale Aquila Villella, nonchè il segretario provinciale Domenico Giampà e i rappresentanti degli altri gruppi politici del centrosinistra.

Più informazioni su