Quantcast

Associazione ucraina Svitanok in piazza per raccontare la resistenza e dire grazie

"Dobbiamo ringraziare tante associazioni di volontariato, l’amministrazione di Lamezia Terme, Pianopoli, Feroleto Antico, Serrastretta, Maida e Vibo Valentia"

“Un mese di guerra per la Libertà e la Democrazia”, una manifestazione che si terra sabato alle 17 nell’area pedonale a Lamezia Terme.

Anche a Lamezia Terme l’associazione di ucraini residenti in Italia, Svitanok, che vuol dire Alba, ha deciso di raccontare la propria gratitudine per gli innumerevoli segni d’aiuto che sta ricevendo e di spiegare le ragioni della loro resistenza in un Paese che sembrava facile da conquistare.

“Abbiamo avuto in questo mese una dimostrazione di grande solidarietà ed è giusto che pubblicamente diciamo grazie a chi ci sta dando sostegno. Così come riteniamo sia importante spiegare perché le nostre sorelle e i nostri fratelli stanno combattendo e resistendo in Ucraina”. A dirlo è Stanislav Shevchenko, ormai da tempo a Lamezia Terme e referente dell’associazione.

“Il nostro è un gesto simbolico ma al quale diamo grande rilievo – sostiene il referente di Svitanok – non solo perché riteniamo giusto ringraziare e dire come e dove vanno gli aiuti ricevuti, ma perché siamo un popolo che lotta per la Democrazia, che non vuole rinunciare alla propria Libertà e che può, sulla propria pelle, dimostrare come tutto può cambiare in un momento anche quando ti senti al sicuro. Vogliamo parlarvi di questa nostra storia. Qui, siamo in tanti e ci siamo attivati per far sì che nella nostra terra d’origine sentissero che non sono soli e la loro resistenza è la nostra speranza di non perdere la libertà e la democrazia conquistate con tanta fatica”.

“Appena abbiamo chiesto aiuto ai nostri amici calabresi la risposta è stata meravigliosa – spiega Shevchenko – Sin da subito nel nostro punto raccolta è arrivato tanto, ma anche in altre sedi la sensibilità è stata inimmaginabile. Dobbiamo ringraziare tante associazioni di volontariato, l’amministrazione di Lamezia Terme, di Pianopoli, di Feroleto Antico, Serrastretta, Maida e Vibo Valentia, dove cittadini e scuole ci hanno dato un grande contributo materiale e umano. Se dimentico qualcuno, vi prego di scusarmi, a volte e difficile ricordare in italiano. Di certo saremo in grado di dire grazie a tutti sabato nel corso della manifestazione che per noi è fondamentale”.