Quantcast

“Per avere più medici nel 118 bisogna cambiarne il contratto, aumentare le risorse e valorizzare le professionalità”

"Il servizio 118 è messo male, soprattutto nel territorio lametino" valuta il parlamentare Giuseppe D'Ippolito

Più informazioni su

«Il servizio 118 è messo male, soprattutto nel territorio lametino» valuta il parlamentare Giuseppe D’Ippolito unendosi al coro di denunce dilatate nel tempo dopo che anche le precedenti decisioni della terna commissariale che ha guidato l’Asp avevano rivisto i contratti dei medici a bordo.

«Mancano medici perché i contratti del settore sono poco remunerativi e non danno garanzie adeguate», ricorda infatti il pentastellato, «i medici del 118 vanno pagati meglio, tutelati e garantiti per quello che fanno e per i rischi che corrono».

Si passa poi anche all’organizzazione prevista dalla Regione: «il commissario Occhiuto ha detto che il 118 sarà riorganizzato con la società pubblica Areu, della Regione Lombardia. Ma così non si arriva da nessuna parte, se non si rinforzano gli organici medici».

Secondo D’Ippolito «per avere più medici, bisogna cambiarne il contratto, aumentare le risorse e valorizzare le professionalità di questi eroi dell’emergenza urgenza».

Più informazioni su