Quantcast

Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche sollecitati dal gruppo consiliare di Forza Italia

Antonio Mastroianni e Matteo Folino sollecitano l'amministrazione comunale per una città più inclusiva.

Più informazioni su

I consiglieri comunali di Forza Italia, Antonio Mastroianni e Matteo Folino, sollecitano l’amministrazione comunale per una città più inclusiva.

Si ricorda che «i P.E.B.A., ovvero i Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, sono gli strumenti in grado di monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità degli edifici per tutti i cittadini. Introdotti nel 1986, con l’articolo 32, comma 21, della legge n. 41, sono lo strumento individuato dalla nostra normativa per monitorare e superare le barriere architettoniche insistenti sul territorio. La legge n. 104 del 5 Febbraio 1992, che oltre ad averne ampliato la portata agli spazi urbani, ha ribadito l’obbligo di redigere il PEBA da parte dei comuni, con particolare riferimento alla predisposizione di percorsi accessibili nonché all’adeguamento dei regolamenti edilizi alla normativa vigente in materia di eliminazione delle barriere architettoniche».

Si lamenta come «il Piano, di cui la Città di Lamezia Terme dovrebbe essere già dotata da anni, è teso a rilevare e classificare tutte le barriere architettoniche presenti in un’area e può riguardare edifici pubblici o porzioni di spazi pubblici urbani (strade, piazze, parchi, giardini, elementi arredo urbano). Questo strumento deve poter individuare anche le proposte progettuali di massima per l’eliminazione delle barriere presenti e fare la stima dei costi. Infatti i P.E.B.A. non sono solo uno strumento di monitoraggio, ma anche di pianificazione e coordinamento sugli interventi per l’accessibilità poiché comportano una previsione del tipo di soluzione da apportare per ciascuna barriera rilevata, i relativi costi, la priorità di intervento. Sulla traccia di importanti principi sanciti dalla Costituzione italiana, dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e recentemente dalla Commissione europea, il Peba può contribuire a tradurre importanti principi di inclusione, autonomia ed accessibilità in interventi concreti sul nostro territorio comunale. L’invito che rivolgiamo al Sindaco di dotare la Città di Lamezia Terme di un proprio P.E.B.A. è stato già protocollato in una mozione consiliare firmata dal gruppo di Forza Italia».

 

Più informazioni su